Nicolò Carnesi in concerto al Castello Campori di Soliera

“Ho bisogno di dirti domani” è il titolo del nuovo album di Nicolò Carnesi. Il cantautore palermitano lo presenterà in concerto domenica 8 dicembre, alle ore 18.30, nel Castello Campori di Soliera (piazza Fratelli Sassi), nell’ambito degli eventi collaterali legati alla mostra fotografica “Un paese ci vuole”. L’ingresso è gratuito.

Carnesi aveva già all’attivo tre album: “Gli eroi non escono il sabato” (2012), “Ho una galassia nell'armadio” (2014) e “Bellissima noia” (2016). “Ho bisogno di dirti domani” è uscito a ottobre ed è stato anticipato dai brani “Turisti d’appartamento” e “Borotalco”, quest’ultimo presentato con un videoclip diretto da Manuela di Pisa con la partecipazione di Izabella Anna Moren. Carnesi, che ha composto musiche e testi, oltre al canto vi ha suonato chitarra, pianoforte e synth.

"Per la mia generazione”, spiega Carnesi, “l’ansia è diventata una condizione quasi normale, dovuta all’impossibilità di intravedere una prospettiva, proiettarsi in avanti nel tempo, collocarsi in un futuro percepibile. Il tempo è quanto di più prezioso abbiamo e, nello stesso momento, ciò che più ci manca. ‘Non ho tempo’, ‘Vorrei avere il tempo’ sono frasi che diciamo di continuo, senza nemmeno farci caso. In effetti, il tempo è la valuta più importante che abbiamo, il massimo che possiamo donare a qualcuno a cui teniamo.”

“Ho bisogno di dirti domani” è proprio questo: una promessa di tempo nei confronti degli altri e anche di me stesso, la voglia e la necessità di avere una prospettiva, un futuro, ma anche un presente che abbia una sua dimensione autentica. È il tempo, quindi, il concept di questo disco: tre tracce 'il presente', 'il futuro' e 'il passato', insieme con il ticchettio delle chitarre in linea, scandiscono la narrazione in storie frammentate di relazioni che nascono, evolvono, vivono l’illusione del presente, si condizionano a vicenda e terminano, percorrendo un loop infinito, una temporalità circolare in cui tutto è già successo e tutto deve ancora accadere.

L’iniziativa fa parte del programma legato alla Festa del Racconto e si realizza con il sostegno della Fondazione CRCarpi. “Un paese ci vuole. Fotografie fra luoghi e persone del nostro territorio” è una collettiva di circa 100 fotografie realizzate da dieci giovani artisti, selezionati da TerraProject, con il coordinamento di Simone Donati e Rocco Rorandelli. Gli autori sono Samantha Azzani, Cosimo Calabrese, Alessandra Carosi, Umberto Coa, Nicola Dipierro, Karim El Maktafi, Simone Mizzotti, Mattia Panunzio, Luana Rigolli e Irene Tondelli.

Info: 059.568580, info@fondazionecampori.it

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Concerti, potrebbe interessarti

  • Celebrazioni di Luciano Pavarotti, un ricchissimo programma di concerti

    • dal 5 settembre al 12 ottobre 2020
  • Pavullo, tre mesi di concerti con la rassegna "Musica a Palazzo"

    • Gratis
    • dal 12 settembre al 12 dicembre 2020
    • Galleria dei Sotterranei di Palazzo Ducale

I più visti

  • Celebrazioni di Luciano Pavarotti, un ricchissimo programma di concerti

    • dal 5 settembre al 12 ottobre 2020
  • Diventare istruttore cinofilo? A Modena si può

    • dal 22 febbraio 2020 al 23 gennaio 2021
  • Spilamberto, Vignola e Castelvetro: alla scoperta dei borghi delle Terre di Castelli con Free Walking Tour

    • dal 19 settembre al 14 novembre 2020
    • Terre dei Castelli
  • "Corpo a Corpo", inaugura al CRAC la mostra dell'artista Laura Forghieri

    • dal 4 luglio al 3 ottobre 2020
    • CRAC
  • Potrebbe interessarti

    Torna su
    Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
    Play
    Replay
    Play Replay Pausa
    Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
    Indietro di 10 secondi
    Avanti di 10 secondi
    Spot
    Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
    Skip
    Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
    Attendi solo un istante...
    Forse potrebbe interessarti...
    ModenaToday è in caricamento