Davide Burani presenta il suo nuovo disco "Madame la harpe"

Il giorno 30 gennaio 2016 alle ore 16:30 presso la Bibiloteca Comunale di Formigine l'arpista Davide Burani presenterà il suo nuovo cd intitolato "Madame la Harpe". Il disco è un viaggio nella musica francese tra Ottocento e Novecento ed è edito dalla casa discografica MAP Editions - Milano. La presentazione sarà articolata in una chiaccherata che culminerà con un piccolo concerto. A seguire un aperitivo offerto dalla Biblioteca.

Davide Burani è nato a Modena, ove ha iniziato lo studio del pianoforte per poi diplomarsi brillantemente presso il Conservatorio “Niccolò Paganini” di Genova. Successivamente, ha intrapreso lo studio dell’arpa sotto la guida di Francesca Frigotto, presso il  Conservatorio “Arrigo Boito” di Parma, diplomandosi con il massimo dei voti e conseguendo, sempre presso lo stesso Istituto,  il Diploma superiore di secondo livello, con il massimo dei voti e la lode, sotto la guida di Emanuela Degli Esposti. Ha compiuto studi di perfezionamento in arpa con Ieuan Jones presso il Royal College di Londra, con Fabrice Pierre e con Judith Liber. Ha partecipato a numerosi Concorsi Nazionali ed Internazionali, superando le selezioni finali per la categoria “Arpa”  al Concorso Internazionale “Tournoi International de Musique” – XI edizione e   aggiudicandosi una menzione d’onore; è risultato vincitore, nella categoria “Arpa”, al Concorso Internazionale di Fivizzano “Music World” ed. 2004. La sua attività concertistica lo ha portato ad esibirsi con successo in Italia ed all’Estero, collaborando con artisti di chiara fama tra i quali i direttori d’orchestra Alain Lombard, Julian Kovatchev, Mikhail Pletnev, Zoltan Pezko, il baritono Leo Nucci ed i soprani Giovanna Casolla e Daniela Dessì. Collabora, in qualità di prima arpa, con l’Orchestra del Teatro Comunale di Bologna, con l’Orchestra della Radio Svizzera Italiana, con I Filarmonici di Verona (già “Virtuosi Italiani”), con l’Orchestra “Bruno Maderna” di Forlì, con l’Orchestra Filarmonia Veneta di Treviso e con l’Orchestra Sinfonica dell’Emilia Romagna “Arturo Toscanini” e, in qualità di ospite solista, con i gruppi di camera Gli Archi Italiani, AdM Ensemble di Modena e Icarus Ensemble. Con quest’ultimo ha eseguito per il Festival MI-TO Milano Torino Musica edizione 2007, presso il Conservatorio di Milano, in occasione del 75° compleanno del compositore Giacomo Manzoni, il Settimino di Ravel, alla presenza, tra gli altri, di Luigi Pestalozza, Giacomo Manzoni e Maurizio Pollini. Ha partecipato come ospite a numerose trasmissioni radiofoniche e televisive, ed è stato invitato a presentare i suoi lavori discografici presso gli studi di RADIOUNO della Radio Televisione Svizzera Italiana di Lugano nel 2003 e nel 2006. Nel mese di ottobre 2006 è stato invitato a partecipare, in diretta su RAI RADIOTRE, alla trasmissione Radio tre Suite, nel corso della quale sono state trasmesse e commentate da Nicola Campogrande alcune sue interpretazioni per arpa. Sempre per RAI RADIOTRE è stato ospite della trasmissione PIAZZA VERDI condotta da Filippo del Corno (marzo 2008), Gaia Varon (febbraio 2009) e Maia Giudici (ottobre 2011 e novembre 2013). E’ invitato regolarmente a far parte delle commissioni di prestigiosi Concorsi Internazionali per Arpa (Concorso “Marcel Torunier” di Cosenza, Concorso di Salsomaggiore Terme). Davide Burani ha inciso  i cd Arpamagica, per arpa solista, Arpadamore, con Sandra Gigli, Duo d’harpes dans le XIII siècle, in duo con Emanuela Degli Esposti e Flauto e Arpa in concerto, con il flautista Giovanni Mareggini, questi ultimi due per la casa discografica La Bottega Discantica di Milano. Nel luglio 2010 esce il cd Prière – meditazioni musicali per arpa, edito da Paoline Editoriale Audiovisivi di Roma, che vede la partecipazione del flautista Giovanni Mareggini e del violinista Marco Bronzi. Dal 2011 incide per Velut Luna: nel 2011 esce  Mozart e i suoi contemporanei (con Giovanni Mareggini e Gli Archi Italiani) che contiene, tra gli altri brani, il Concerto KV 299 per flauto, arpa e orchestra di Mozart ed è del 2013 il cd Sospiri nel tardo romanticismo (accompagnato dall’Orchestra da Camera di Ravenna, direttore Paolo Manetti) che racchiude le Danze di Claude Debussy. Ha tenuto Masterclass di Arpa presso i Conservatori di Cagliari, Pescara, Cosenza e per conto di diverse istituzioni musicali a Palermo, Ferrara, Modena e Reggio Emilia.  Oltre che come solista, si esibisce in duo con il flautista Giovanni Mareggini, con il soprano Paola Sanguinetti, con il violinista Marco Bronzi e in duo di arpe con Luisa Prandina, prima Arpa del Teatro alla Scala di Milano. Dal 2009 è docente di Arpa presso l’Istituto Superiore di Studi Musicali “Achille Peri” di Reggio Emilia.

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Incontri, potrebbe interessarti

  • Psicologia tibetana, meditazione, intelligenza emozionale: Conferenze e Workshop Gratuito

    • Gratis
    • dal 16 ottobre 2019 al 22 gennaio 2020
    • CEA
  • Da Colorado a Marano: il comico Alessandro Bianchi a sostegno dell’oncologia pediatrica

    • solo domani
    • Gratis
    • 6 dicembre 2019
    • Centro Culturale di Marano sul Panaro
  • Sassuolo, un libro e una visita alla scoperta dell’Istituto San Giuseppe

    • Gratis
    • 8 dicembre 2019
    • Istituto San Giuseppe

I più visti

  • McCurry, 70 immagini scattate in ogni angolo del mondo dedicate alla passione per la lettura

    • dal 13 settembre 2019 al 6 gennaio 2020
    • Palazzo dei Musei, Sala Mostre e Gallerie Estensi
  • Parva Naturalia, in Piazza Grande il tradizionale mercatino d’un tempo con le strenne di Natale

    • Gratis
    • dal 7 al 23 dicembre 2019
    • Piazza Grande Modena
  • Psicologia tibetana, meditazione, intelligenza emozionale: Conferenze e Workshop Gratuito

    • Gratis
    • dal 16 ottobre 2019 al 22 gennaio 2020
    • CEA
  • Il Capodanno 2020 in Piazza Roma diventa “La Notte della Taranta"

    • Gratis
    • 31 dicembre 2019
    • Piazza Roma
  • Potrebbe interessarti

    Torna su
    ModenaToday è in caricamento