Venerdì, 24 Settembre 2021
Eventi

Scuola, Cisl interroga l'amministrazione per ripartire in sicurezza

Trentadue quesiti, tre macrocategorie: distanziamento, green pass e gestione del personale

Sul green pass richiesto al personale scolastico si moltiplicano discussioni spesso dai toni accesi, ma che quasi mai entrano nel merito delle questioni, numerose e complesse, di cui bisognerà tenere conto nella concreta gestione applicativa delle disposizioni di legge.

Lo sottolinea la Cisl Scuola che, nel documento conclusivo del suo esecutivo nazionale, riunito martedì scorso, presenta un primo nutrito elenco di quesiti ai quali bisognerà dare risposta attraverso indicazioni puntuali e precise dell’amministrazione, affinché le scuole e soprattutto i dirigenti scolastici non siano lasciati in balia di improvvisazioni e incertezze, impensabili su materie così delicate.

Sono trentadue domande, suddivise in tre categorie (distanziamento, green pass e gestione del personale) cui segue l’indicazione di alcune tipologie di atti per i quali si chiede la predisposizione di un’apposita modulistica che favorisca un’uniformità di comportamenti tra le diverse istituzioni scolastiche, anche al fine di prevenire e ridurre i rischi di contenzioso. 

In particolare, il sindacato si chiede se - qualora si riuscisse a garantire il distanziamento - gli alunni potrebbero abbassarsi la mascherina, sonstenendo che CTS e decreto non siano stati chiari sul punto. Riguardo il green pass, tre sono le domande principali: possono essere previste modalità di controllo semplificate? È possibile che le Regioni/Asl inviino alle scuole i nominativi del personale sprovvisto di GP a seguito di vaccinazione? Il controllo del GP può essere effettuato a campione, e/o anche durante l’arco della giornata lavorativa, con immediato allontanamento del personale che risultasse sprovvisto all’atto della verifica? 

Ma è in merito all'ultimo argomento, ossia la direzione del personale, che le questioni si moltiplicano. Partendo dalla gestione delle sostituzioni per il personale sprovvisto di Green Pass, Cisl Scuola arriva ad interrogarsi sulle conseguenze giuridiche delle stesse, passando per un'annosa domanda: come gestire i soggetti esenti dalla vaccinazione? Rientra in questa categoria anche l'ultimo, spinoso interrogativo: come deve essere gestito giuridicamente il periodo di quarantena per contagio da Covid e per sospetto contatto con persona contagiata?

«Quello messo a punto dal nostro livello nazionale non può certo considerarsi un elenco esaustivo – dichiara la segretaria generale della Cisl Scuola Emilia Centrale Antonietta Cozzo - I quesiti proposti rappresentano solo una prima serie di domande, frutto anche del confronto con le strutture territoriali (compresa Modena) e del dialogo costante con i dirigenti scolastici iscritti alla nostra organizzazione. È facile prevedere che altri ne possano scaturire dalla discussione, da aprire con la massima urgenza visto l’incombere del nuovo anno scolastico [...] Oggi che l’obiettivo di tutti è garantire uno svolgimento in presenza e in sicurezza delle attività scolastiche, - ricorda la sindacalista Cisl - la ricerca di soluzioni ampiamente condivise dovrebbe essere la regola, non un’eccezione. Per questo abbiamo firmato il protocollo sicurezza e sollecitato l’avvio immediato del confronto, nel quale – conclude la segretaria generale della Cisl Scuola Emilia Centrale Antonietta Cozzo - non mancherà il nostro contributo di idee e proposte».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scuola, Cisl interroga l'amministrazione per ripartire in sicurezza

ModenaToday è in caricamento