rotate-mobile
Mercoledì, 17 Agosto 2022
Eventi Piazza Grande

Salvatore Settis: "Il paesaggio? Uno specchio che riflette il carattere di un popolo"

"Paesaggio come bene comune": la lezione magistrale tenuta oggi alle 15 in piazza grande dal professore a contratto di Storia dell'arte e dell'archeologia classica presso la Normale di Pisa

"Il Paesaggio come bene comune" è stato oggi pomeriggio oggetto di trattazione in piazza Grande da parte di Salvatore Settis, professore a contratto di Storia dell’arte e dell’archeologia classica presso la Scuola Normale Superiore di Pisa.

RIFLESSO - L'osservazione del docente è incentrata non su valori estetici, bensì etici: "Cerco di guardare il paesaggio come il volto di una società, paesaggio che sa riflettere il carattere di un popolo, esattamente come il volto di ciascuno di noi riflette nostra storia personale - ha spiegato Settis - Il fatto che le modifcazioni apportate dall'uomo al paesaggio, siano esse in meglio o in peggio, riflettono lo stato di salute della società. Se miglioriamo il paesaggio stiamo bene, altrimenti, se lo peggioriamo occupandolo con cementificazioni perverse, aggiungiamo un altro tassello ai tantissimi segni di un Paese in grande crisi".

SOLUZIONE - Come uscire da questo momento? "La soluzione passa da due vie - risponde il docente - Una la legailtà: la Costituzione italiana e le leggi che difendono il paesaggio sono uno dei sistemi migliori del mondo, l'Italia è stato il primo paese a inserire la tutela del paesaggio nella Costituzione. Purtroppo, ora come ora, non rappresenta il valore numero uno: per recuperarla, la strada passa attraverso l'autocoscienza dei cittadini. Non è un caso che in Italia, oggi, ci siano 15mila associazioni a difesa del paesaggio. Queste associazioni oggi sono la vera forza positiva in questo senso, visto che nessuno dei partiti oggi presenti in parlamento ha fatto della tutela del paesaggio un tema di battaglia".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Salvatore Settis: "Il paesaggio? Uno specchio che riflette il carattere di un popolo"

ModenaToday è in caricamento