rotate-mobile
Eventi Caduti in Guerra / Corso Canalgrande

Maxi-processo Italpizza, il presidio SI Cobas blocca Corso Canalgrande

Una settantina di persone si sono radunate di fronte al Tribunale per protesta in concomitanza con l'udienza del processo per le proteste del 2018-2019

Nell'ottobre scorso, 66 persone (tra cui molti sindacalisti) sono state rinviate a giudizio nell'ambito del Maxi-processo Italpizza, che vede il per altro Sindacato SiCobas indicato come responsabile civile. Oggi, in concomitanza con la prima udienza dibattimentale, i membri del sindacato hanno convocato uno sciopero generale provinciale organizzando un presidio davanti al Tribunale di Modena.

A partire dalle 9 di questa mattina, una settantina di persone si sono radunate in Corso Canalgrande per protestare contro un processo che definiscono come un "attacco all'insieme dei lavoratori, dei disoccupati e degli sfruttati". La strada è stata chiusa dalla Polizia Locale all'altezza di San Giovanni del Cantone da un lato e di Via Emilia dall'altro, e sia l'ingresso principale che quello laterale del tribunale sono stati presidiati tutta mattina dalla Polizia. La protesta si è svolta in modo pacifico e ordinato, e gli interventi dei sindacalisti si sono alternati a cori e musiche.

Ricordiamo che la vicenda giudiziaria  riguarda gli scontri che tra dicembre 2018 e giugno 2019 hanno interessato lo stabilimento Italpizza di Strada Gherbella. Ai 66 imputati sono contestati i reati di violenza privata, resistenza aggravata e violazione dell'art. 18 del Testo Unico di Pubblica Sicurezza, quest'ultimo recante l'obbligo di avviso al Questore che sorge a carico dei promotori di una pubblica riunione.

Maxi-processo Italpizza, 66 rinvii a giudizio. L'azienda chiede i danni al sindacato 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Maxi-processo Italpizza, il presidio SI Cobas blocca Corso Canalgrande

ModenaToday è in caricamento