"Una volta sognai di essere una tartaruga gigante", poesia e danza per i migranti

PAROLE, MUSICA, COLORI E DANZA PER I MIGRANTI
E’ un sogno certamente stravagante

È un sogno di Alda Merini che, nella poesia omonima, così recita in una strofa:
Cosi figli miei una volta vi hanno buttato nell’acqua
e voi vi siete aggrappati al mio guscio
e io vi ho portato in salvo…
IL LEGGIO vuol fare suo questo sogno, almeno per una serata; vuole cercare di condividerlo con tutti coloro che – almeno una volta – hanno proclamato, o anche solo pensato, che potesse essere loro facoltà portare in salvo chi naviga nelle acque scure della difficoltà.
VI CHIEDIAMO DI ESSERE CON NOI,
CON IL LEGGIO, IL CORO MULTISPILLA, OVERSEAS

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di , potrebbe interessarti

I più visti

  • Celebrazioni di Luciano Pavarotti, un ricchissimo programma di concerti

    • dal 5 settembre al 12 ottobre 2020
  • Diventare istruttore cinofilo? A Modena si può

    • dal 22 febbraio 2020 al 23 gennaio 2021
  • Spilamberto, Vignola e Castelvetro: alla scoperta dei borghi delle Terre di Castelli con Free Walking Tour

    • dal 19 settembre al 14 novembre 2020
    • Terre dei Castelli
  • "Corpo a Corpo", inaugura al CRAC la mostra dell'artista Laura Forghieri

    • dal 4 luglio al 3 ottobre 2020
    • CRAC
  • Potrebbe interessarti

    Torna su
    Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
    Play
    Replay
    Play Replay Pausa
    Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
    Indietro di 10 secondi
    Avanti di 10 secondi
    Spot
    Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
    Skip
    Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
    Attendi solo un istante...
    Forse potrebbe interessarti...
    ModenaToday è in caricamento