Va, va, va Van Beethoven, terzo appuntamento di Rocambolika al San Rocco

Ben pochi sanno che il grande compositore Ludwig Van Beethoven cambiò più di 80 case in 35 anni. Lui, con il grande pianoforte sempre al seguito, genio musicale, burbero e irrequieto con un amore smodato per le variazioni, sia in musica che nella vita. Ed è proprio uno dei suoi tanti sgangherati traslochi, che la Fondazione TRG Torino porta in scena sabato 8 febbraio alle ore 21.00 a Rocambolika, la rassegna d’intrattenimento ideata dalla Fondazione CR Carpi per offrire alle famiglie un divertimento intelligente e inconsueto attraverso le tante potenzialità del linguaggio teatrale.

Prenotazione obbligatoria sul sito della Fondazione a partire da giovedì 6 febbraio alle ore 13.00.

Va, va, va Van Beethoven, terzo appuntamento gratuito in calendario, è una favola in forma sonata, dove la continua commistione tra musica e narrazione teatrale porta il pubblico a scoprire quanti legami ci siano tra suono, parola e gesto. Interpretato e diretto da Pasquale Buonarota e Alessandro Pisci (da oltre 15 anni autori di testi e spettacoli teatrali rivolti alle nuove generazioni) con la partecipazione del pianista Diego Mingolla, lo spettacolo restituisce un Beethoven dal proverbiale caratteraccio, goffo e completamente incurante delle buone maniere. Una macchietta caricaturale che si spinge oltre il ritratto buffo, esibendo la sproporzione fra la sua piccola quotidianità e la sua grande anima inquieta, agitata per di più da un indicibile segreto: il grande e bizzarro musicista tedesco sta diventando completamente sordo. Ma anche qui, nel mondo del silenzio dove sta approdando, il suo genio imprevedibile troverà il modo di sperimentare e variare sul già noto, libero da schemi e dai suoni invadenti dell’ambiente, portando il pubblico a contemplarne l’abilità nel ricombinare la sostanza. Non secondario tra gli snodi di questa favola curiosa è poi il fatto che le variazioni musicali proposte siano quelle della sinfonia “eroica”. Il tema dell’eroe è infatti interrogato durante tutta la trama, ispirando la riflessione sui chi siano i veri audaci, condottieri e conquistatori o chi sa rialzarsi contro la sorte avversa con creatività, superando i propri limiti?

Lo spettacolo è gratuito, offerto alle famiglie dalla Fondazione CR Carpi. Adatto a un pubblico con almeno 5 anni di età, si svolge presso l’Auditorium San Rocco di Carpi.

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Teatri, potrebbe interessarti

  • Oltreconfine, le migrazioni raccontate da SquiLibri a La Tenda

    • solo oggi
    • Gratis
    • 25 settembre 2020
    • La Tenda
  • Manifesto/Manifesti, lo spettacolo di Sergio Blanco e Gabriel Calderón arriva al Teatro delle Passioni

    • da domani
    • Gratis
    • dal 26 al 27 settembre 2020
    • Teatro delle Passioni

I più visti

  • "Non è la sagra!", a Castelvetro due settimane di eventi diffusi per celebrare il Grasparossa

    • Gratis
    • dal 13 al 27 settembre 2020
    • Castelvetro
  • Celebrazioni di Luciano Pavarotti, un ricchissimo programma di concerti

    • dal 5 settembre al 12 ottobre 2020
  • Diventare istruttore cinofilo? A Modena si può

    • dal 22 febbraio 2020 al 23 gennaio 2021
  • Escursioni, tre appuntamenti alla scoperta della Via Romea Nonantolana

    • dal 13 al 27 settembre 2020
    • vedi articolo
  • Potrebbe interessarti

    Torna su
    Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
    Play
    Replay
    Play Replay Pausa
    Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
    Indietro di 10 secondi
    Avanti di 10 secondi
    Spot
    Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
    Skip
    Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
    Attendi solo un istante...
    Forse potrebbe interessarti...
    ModenaToday è in caricamento