rotate-mobile
Martedì, 5 Luglio 2022
Green

Mobilità elettrica, sei microcar entrano nella flotta del Comune

Presentate in piazza Grande durante la domenica ecologica dell’1 marzo. Sperimentazione nell’ambito del piano Smart city. Sostituiscono i mezzi tradizionali

Un’auto elettrica per spostarsi all’interno dell’area urbana di Modena senza inquinare e con costi inferiori rispetto a un’auto “tradizionale”. È la sperimentazione iniziata dal Comune di Modena che ha in uso sei “micro car” elettriche per gli spostamenti dettati da esigenze di servizio di assessori e dipendenti comunali, in sostituzione dei mezzi a benzina. Possono raggiungere una velocità massima di 65 km orari e, una volta “caricate” hanno un’autonomia di 130 chilometri. Le auto, riconoscibili grazie allo stemma del Comune, saranno operative da lunedì 2 marzo e saranno esposte in piazza Grande domenica 1 marzo nell’ambito della domenica ecologica dedicata proprio alla mobilità ciclistica ed elettrica, con il blocco del traffico e tante iniziative in città tra le quali anche la presentazione del progetto auto elettriche, alle 14.30.

La sperimentazione è realizzata grazie a un contributo di 50 mila euro attraverso il progetto europeo “Transition city” (finanziato dalla Climate-Kic, la Comunità creata dall’Istituto europeo per l’innovazione e la tecnologia), di cui Modena fa parte insieme a Bologna, Birmingham, Francoforte, Breslavia, Budapest, Valencia/Castillon, che promuove azioni per trasformare le città in comunità a emissioni zero di anidride carbonica grazie a nuove soluzioni da testare sul territorio come appunto le micro car elettriche.

Il progetto è stato curato dal Comune in collaborazione con l’Agenzia per l’energia e lo sviluppo sostenibile nell’ambito, come spiega l’assessore comunale a Sistemi informatici e Smart city Ludovica Carla Ferrari, “del piano Smart city che prevede tra i propri obiettivi anche la riconversione energetica e punta all’innovazione tecnologica. E questa iniziativa, come ha riconosciuto l’Unione europea con la concessione del finanziamento, va nella direzione giusta rendendo più agile e moderna, meno dispendiosa e soprattutto più ecosostenibile la flotta di auto di servizio del Comune”

La sperimentazione durerà un anno durante il quale le auto saranno testate e sarà verificato il numero di ore di utilizzo. “Si tratta dell’inizio di un progetto più ampio – afferma l’assessore comunale all’Ambiente Giulio Guerzoni – che prevede anche attività di rilevazione degli spostamenti in auto e in bici per capire in quanti scelgono la modalità sostenibile e, in futuro, anche un progetto di condivisione delle auto elettriche con i privati. Tutto ciò nell’ambito degli incentivi e delle agevolazioni ai proprietari di mezzi elettrici che il Comune sostiene già da alcuni anni e che proseguono”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mobilità elettrica, sei microcar entrano nella flotta del Comune

ModenaToday è in caricamento