menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Ecomondo di Rimini, la green economy sarà rappresentata da 22 aziende modenesi

Saranno ben 22 le aziende modenesi presenti alla più importante fiera italiana di green economy, la Ecomondo di Rimini. Un sale positivo quello della nostra terra che vede aziende che hanno sede in diversi comuni da nord a sud della provincia

Rimini ospiterà dal 3 al 6 Novembre la fiera della Green Economy, uno tema che in questi anni è diventato sempre più importante per cercare un'energia sempre meno costosa sia in termini economici che ambientali. Ecomondo arriva così alla sua 19esima edizione, diventando icona del recupero di materia ed energia e dello sviluppo sostenibile. 

Quest'anno sarà presente ‘The green technology expo’ che accompagna la comunicazione della manifestazione. Saranno presenti ben 1200 aziende esportratrici organizzate in 16 padiglioni dal settore core, il trattamento e valorizzazione dei rifiuti con un focus spinto sulla biobased industry e la chimica verde, fino alla nuova proposta di Global Water Expo dedicata al ciclo integrato delle acque, alle reti fognarie e alle tecnologie per l'efficienza, settore stimato in forte crescita.
 
Tra le aziende in fiera ci sono anche 22 imprese modenesi, in particolare: A.B.C Bilance Srl di Campogalliano, A.C.R. di Reggiani Albertino SPA di Mirandola, Annovi Reverberi Spa di Modena, ASE Srl di Carpi, Bilanciai Soc. Coop. di Campogalliano, Camo Srl di Campogalliano, Co. Ma. Ri. Srl di Vignola,  il Coordinamento Agende 21 Locali Italiane di Modena, Cosmec - Center Srl di Concordia sulla Secchia, Ecoblocks Srl di Modena, Emiliana Serbatoi Srl di Campogalliano, Forghieri Srl di Maranello, Gecoluce - Genesi Luce Srl di Spilamberto, Holacheck Srl di Modena, I.R.S. Italia Recycling System Srl di Finale Emilia, Manitou Italia Srl di Castelfranco Emilia, MantovaniBenne Srl di Mirandola, Nuova Fratelli Dondi Srl di Casinalbo e Formigine, RCM Spa di Casinalbo, Tecoma Drying Technology Srl di Maranello, Wamgroup Spa di Ponte Motta di Cavezzo, e Pulifici Steel Construction Srl di Mirandola.

La presenza di 22 aziende modenesi di diverse località della provincia, da nord a sud del territorio, fa comprendere come la nostra terra sia all'avanguardia in questo senso ed è grazie a queste piccole e medie realtà che Modena è la quarta smart city italiana e che la nostra regione vanta primati economici e di eccellenza da sylicon valley. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Contagio, solo 97 casi nel modenese. Corrono le guarigioni

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ModenaToday è in caricamento