menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Via Giardini "green", dimezzato il consumo dell'illuminazione pubblica

Hera Luce ha terminato i lavori di riqualificazione previsti dal Comune di Modena nella zona di Largo Risorgimento. Restyling anche per i semafori, per garantire un livello ancora maggiore di sicurezza a pedoni e ciclisti

Risparmio energetico e un livello di sicurezza ancora maggiore, sono questi gli obiettivi della riqualificazione degli impianti di illuminazione pubblica e dei semafori a servizio di Via Giardini. Hera Luce, in accordo con l’Amministrazione Comunale, ha infatti terminato i lavori che hanno riguardato il tratto compreso tra Viale Corassori e Largo Risorgimento.

Il nuovo impianto di illuminazione è a led ed è composto da 27 pali con doppio corpo illuminante, posti al centro della carreggiata, e da due pali con singolo corpo illuminante, che sono stati collocati nei pressi dell’incrocio tra Viale Carlo Sigonio e viale Tassoni. Particolare attenzione è stata data alla scelta dei corpi illuminanti che, sul lato ciclabile, hanno una potenza di 100 Watt, mentre sul lato opposto della strada la loro potenza è di 77 Watt. Questo perché l’area da illuminare è più ridotta.

Complessivamente la potenza installata è passata da 9,9 a 5,9 Kilowattora, con un risparmio energetico, rispetto alla situazione precedente degli impianti, di circa 40%. I vantaggi ottenuti grazie a questi rinnovi sono molteplici: l’impiego della tecnologia a led, infatti, permette di ridurre notevolmente gli interventi di manutenzione limitando i costi di gestione e i consumi.

Contestualmente alla riqualificazione dell’illuminazione pubblica, anche i semafori sono stati sottoposti ad adeguamento. Negli impianti che regolano il traffico agli incroci tra via Giardini e le vie Corassori, Cavedone, della Pace e Barozzi e l’incrocio tra via Sigonio e Viale Tassoni sono state inserite lanterne dedicate agli attraversamenti delle ciclabili e pulsanti di chiamata per i pedoni, al fine di garantire un livello di sicurezza ancora maggiore a chi si sposta in bicicletta o a piedi.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Anche la provincia di Modena sarà "zona rossa" da giovedì 4 marzo

Attualità

Firmata l'ordinanza per la zona rossa, il testo e le nuove regole

Attualità

Zona rossa: a Modena asili, nidi e parrucchieri chiusi da lunedì

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ModenaToday è in caricamento