rotate-mobile
Guida

Famiglie in difficoltà, accordo con Hera per evitare il distacco delle utenze

Siglato un accordo per evitare l’interruzione delle forniture di luce, acqua e gas a persone seguite dai Servizi Sociali in condizione di particolare disagio economico

È stato sottoscritto questa mattina, martedì 7 luglio, nella sede del Municipio in piazza Grande un protocollo fra Comune di Modena ed Hera Comm, per il sostegno a famiglie o soggetti in difficoltà economiche residenti nel territorio comunale. L’intesa è finalizzata ad attivare tempestivi ed efficaci interventi di aiuto ai cittadini seguiti dai Servizi sociali e clienti di Hera per i servizi di luce, gas e acqua, che si trovino in condizioni socio-economiche di particolare disagio.

L’obiettivo è prevenire il più possibile l’interruzione delle forniture e il degenerare della situazione debitoria con ricaduta inevitabile su tutti i soggetti coinvolti creando un canale di contatto efficace e strutturato tra Comune ed Hera per favorire il flusso di informazioni utili a monitorare le situazioni di morosità.

“Le utenze domestiche – spiega l’assessora al Welfare Giuliana Urbelli – costituiscono, insieme ai canoni di locazione, un’importante voce di spesa del budget delle famiglie e sono sempre di più i nuclei che si rivolgono a noi perché faticano a sostenerne i costi. Da tempo per agevolare i nuclei familiari che risentono della crisi economica sono attivi accordi tra Comune e Hera che riguardano sia le modalità di rateizzazione dei debiti, che interventi tesi al ripristino delle utenze. Questo protocollo rappresenta un ulteriore passo avanti per garantire in modo puntuale la tutela delle fasce più deboli e disagiate in carico ai Servizi sociali”.

“Con tale iniziativa – afferma Cristian Fabbri, Amministratore Delegato Hera Comm – e grazie a flussi di comunicazione e collaborazione continui con il Comune, si viene a semplificare ed a rendere più efficace, l’applicazione di quelle forme di agevolazione più favorevoli verso i clienti assistiti già operative da alcuni anni.”

L’accordo avrà validità iniziale fino a luglio 2016, periodo durante il quale verranno verificate e condivise le procedure impostate, attraverso incontri periodici tra Hera e Comune. La tipologia di situazioni che ne beneficeranno in questa fase iniziale è costituita, ad esempio, da nuclei di anziani soli con pensioni integrate al minimo; persone adulte con patologie sanitarie invalidanti e impossibilitate al raggiungimento di una adeguata autonomia economica; famiglie con minori con rilevanti impegni di cura a causa di disabilità psicofisiche di un componente. L’Amministrazione comunale si riserva di ampliare progressivamente le categorie che potranno beneficiare delle agevolazioni.

Il pagamento delle utenze o il riallaccio delle stesse rientrano tra le tipologie di interventi sostenuti dal Comune per garantire risposta ai bisogni essenziali di famiglie e persone in difficoltà. Nel 2014 il settore Politiche sociali ha aiutato 477 nuclei familiari a pagare le utenze di acqua, luce e gas (erano stati 448 nel 2013; 312 nel 2012), erogando complessivamente contributi per 196.800 euro. Per 44 di questi nuclei Comune ed Hera hanno anche attivato una procedura di rateizzazione per agevolare il saldo del debito. In calo invece, anche per effetto degli accordi intercorsi tra Comune e gestori, le famiglie a favore delle quali i Servizi sociali si sono attivati per il riallaccio delle utenze: nel 2014 sono state 54 (per una spesa complessiva di 48.800 euro), erano 83 del 2013 e 95 del 2012.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Famiglie in difficoltà, accordo con Hera per evitare il distacco delle utenze

ModenaToday è in caricamento