rotate-mobile
Anziani Mirandola

Bando welfare per i comuni modenesi colpiti dal sisma

Le domande per i contributi vanno presentate entro il 31 agosto 2013

Un bando per la concessione di contributi alle associazioni di promozione sociale dell’area di Modena, impegnate a fronteggiare le conseguenze del sisma del maggio 2012La Giunta regionale, su proposta dell'assessore alle Politiche sociali Teresa Marzocchi, ha approvato una delibera per sostenere il sistema del welfare dei Comuni modenesi con contributi per progetti relativi a cinque ambiti prioritari: servizi socio educativi con orari flessibili, spazi di aggregazione multifunzionali, servizi di sollievo per le famiglie con disabili, attività di mediazione sociale, sostegno psicologico. 

Le domande di contributo devono essere presentate entro il 31 agosto 2013.

Nel dettaglio, il bando segue all’approvazione del "Protocollo di intesa tra il Ministero del Lavoro e delle Politiche sociali e la Regione Emilia-Romagna di cui alla deliberazione della Giunta regionale 1720/12. Piano esecutivo: priorità, ambiti di intervento e modalità di erogazione di contributi alle associazioni di promozione sociale impegnate a fronteggiare le problematiche dovute agli eventi sismici verificatisi nel mese di maggio 2012". Rispetto a quanto previsto nel protocollo, la Regione ha ritenuto opportuno circoscrivere le azioni alla provincia di Modena, realtà maggiormente colpita dagli eventi sismici del maggio 2012.

Le linee prioritarie
Saranno sostenuti i progetti, preferibilmente gestiti in rete tra associazioni attraverso un patto di sussidiarietà, che propongono interventi all’interno dei cinque ambiti prioritari individuati nel bando:

  1. Servizi socio-educativi, anche sportivi, con caratteristiche di prossimità e integrati tra soggetti diversi, gestiti con flessibilità rispetto a orari e modalità di fruizione.
  2. Realizzazione di luoghi di socialità multifunzionali (case del volontariato) che possano accogliere sia anziani che giovani.
  3. Servizi di sollievo per le famiglie con disabili a carico.
  4. Attività di mediazione sociale per la gestione dei conflitti emergenti nel territorio o all’interno delle famiglie.
  5. Attività di sostegno psicologico a singoli e famiglie rispetto al disagio e al trauma post terremoto.

La delibera, il protocollo con il bando e i moduli per le domande e le info

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bando welfare per i comuni modenesi colpiti dal sisma

ModenaToday è in caricamento