Bollo Auto ibrida: come richiedere contributo dall'Emilia-Romagna

E' stato confermato il contributo della Regione Emilia-Romagna per il bollo delle auto ibride

La Regione Emilia-Romagna prosegue anche nel 2019 nel suo progetto di rimborso del bollo per chi acquista un'auto ibrida. Si tratta di un servizio molto importante perchè tale rimborso vale per 3 anni e può incentivare l'acquisto di auto ibride a basso impatto ambietale e ridotto consumo energetico. Tuttavia, ottenere il rimborso non è ancora così facile. Una guida utile per comprendere come ottenerlo.

I destinatari

Per accedere a questo contributo è necessario essere residenti in Emilia-Romagna (la residenza deve essere posseduta al momento dell’immatricolazione del veicolo) e aver immatricolato nell’anno 2019 un autoveicolo ecologico di prima immatricolazione di categoria M1 (veicolo progettato e costruito per il trasporto di persone, aventi al massimo 8 posti oltre il sedile del conducente) per uso privato con alimentazione: benzina / elettrico , gasolio / elettrico, gpl / elettrico, metano / elettrico  e benzina / idrogeno.

A quanto ammonta il contributo

Non si tratta di un’esenzione del bollo auto ma di un contributo triennale equivalente: quindi gli intestatari dell’auto, che poi riceveranno il beneficio, dovranno comunque pagare il bollo auto e la Regione verserà loro il relativo ammontare, fino appunto a 191 euro che è il valore del bollo per un mezzo di media cilindrata. In particolare, i cittadini residenti in Emilia-Romagna che immatricoleranno un’automobile nel corso del 2019 potranno chiedere il contributo con una domanda online sul portale Ambiente, partire dalle ore 10 di martedì 15 gennaio e fino alle ore 12 del 31 dicembre 2019. 

Tempistiche

Le richieste potranno essere presentate dalle ore 10:00 del 15 gennaio 2019 alle ore 12:00 del 31 dicembre 2019.

Come fare la domanda

  1. Per accedere al contributo i cittadini intestatari dei veicoli aventi i requisiti (nel caso di cointestatari il primo intestatario) dovranno comunicare alla Regione Emilia-Romagna i propri dati e quelli del veicolo esclusivamente attraverso l'applicativo web.
  2. Per accede all'applicativo è necessario acquisire le credenziali di identità digitale FedERa (livello alto) o SPID. L'applicativo informatico è l'unica modalità ammessa per la comunicazione dei dati dei veicoli, pertanto non saranno accettate domande inviate attraverso altri mezzi di trasmissione quali, a solo titolo di esempio, lettere, raccomandate, email (anche se tramite posta certificata), fax ecc.
  3. Dopo aver compilato il modulo online sarà possibile stampate il riepilogo delle informazioni inserite. La procedura si completerà solo con l'invio dei dati attraverso il comando "invia" che comparirà nella pagina. Se la procedura è eseguita correttamente verrà visualizzato in numero di graduatoria assegnato alla richiesta. La notifica di ricezione della stessa verrà inviata - indicativamente entro 24 ore dalla presentazione - all'indirizzo di posta elettronica indicato in fase di inserimento dei dati nell'applicativo.
  4. Le richieste di contributo pervenute mensilmente verranno inserite, previa verifica delle informazioni fornite, in una  graduatoria approvata con determina dirigenziale. Gli atti sono consultabili nella sezione Documenti. La Regione provvederà in automatico all’accredito del contributo nei tre anni, sul conto corrente del richiedente senza la necessità di presentare di nuovo la domanda.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Patente a punti. Come fare controllo e verifica del saldo

  • Gli eventi da non perdere nel weekend a Modena e provincia

  • Furto in casa a Vignola, setacciati i "compro oro" e denunciata una ragazza

  • Trova un portafogli al Novi Sad e lo restituisce, ricompensata con una cesta natalizia

  • Meteo | Nevicate fino a quote basse, in arrivo la nuova perturbazione

  • Svaligiato un agriturismo a Nonantola, le attrezzatture ritrovate in vendita in un negozio di Castelnuovo

Torna su
ModenaToday è in caricamento