Aiuto alle famiglie in difficoltà, ritorna la Family Card comunale

Sconti e agevolazioni per tremila famiglie, numerose o in situazioni di disagio lavorativo. Una rete con oltre 170 esercizi, anche nella grande distribuzione

Sostenere i consumi per le famiglie numerose e per quelle in difficoltà lavorative grazie a sconti e opportunità in una rete di attività commerciali e servizi convenzionati, con la partecipazione anche di realtà della grande distribuzione. Sono le caratteristiche della Family Card del Comune di Modena, un’esperienza che nel 2016 compie dieci anni, coinvolge oltre 170 attività commerciali e artigianali e offre opportunità a circa tremila famiglie

Le card già inviate a casa alle famiglie modenesi con tre o più figli residenti sono 2.808 (senza limite di età dei figli e senza limite di reddito) ma può essere richiesta al Centro per le Famiglie di piazzale Redecocca 1 anche se ci si trova in condizioni di disagio lavorativo, con almeno un figlio minore convivente, in cui un genitore sia in cassa integrazione, mobilità o disoccupato.

Per le famiglie con Isee inferiore a 15mila euro (calcolato nel 2016) e almeno tre figli minori conviventi, la Family Card può consentire sconti anche negli iper e supermercati Coop e Conad, a partire proprio da oggi, venerdì 1 aprile. Nel caso di Conad, sempre con Isee inferiore a 15mila euro, possono aver accesso agli sconti anche le famiglie con almeno un figlio minore in cui un genitore sia in cassa integrazione, mobilità o disoccupato. Coop Alleanza 3.0, per i soci in difficoltà lavorativa (cassa integrazione, mobilità eccetera), propone per tutto il 2016 un’iniziativa di sostegno con sconti settimanali del 10 per cento per cento su di una spesa massima di 60 euro e altre agevolazioni per le quali non è necessaria la Family Card. Per Coop e Conad c’è bisogno di una particolare attivazione della card che si deve fare al punto informazioni dell’Ipercoop Grandemilia o all’Iper Conad alla Rotonda.

A Modena la rete convenzionata conta oltre 170 tra negozi, bar, ristoranti, pizzerie, librerie, teatri, cinema, banche, palestre, piscine, farmacie e ambulatori che offrono opportunità e sconti a tutti i titolari della Family card. Tra i supermercati partecipano anche tre Sigma, un Di Meglio e un Discount Ecu. Fanno parte del circuito anche alcuni operatori del Mercato Albinelli, del mercato del lunedì al Novisad e dei chioschi di piazza Primo Maggio, oltre che del Bio Pomposa e di quello dei Prodotti agricoli al parco Ferrari. 

Sono 2.808 le famiglie con tre figli conviventi che l’hanno già ricevuta a casa, chi ritiene di aver i requisiti perché si trova in condizioni di disagio lavorativo, con almeno un figlio minore convivente (e un genitore in cassa integrazione, mobilità o disoccupato), può rivolgersi in piazzale Redecocca 1 allo sportello del Centro per le Famiglie, punto di raccordo per tutte le iniziative di sostegno ai nuclei famigliari.

Per informazioni e prenotazione di appuntamenti tel. 059 2033616 al lunedì e al giovedì dalle 8.30 alle 13 e dalle 14.30 alle 18. L’elenco completo degli esercizi convenzionati è consultabile sul sito: www.comune.modena.it/informafamiglie. Se un operatore commerciale vuole aderire al progetto può rivolgersi al servizio Attività economiche: politicheeconomiche@cert.comune.modena.it oppure tel. 059 2032528.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, 2.533 nuovi positivi in regione. A Modena un nuovo picco

  • Coronavirus, si conferma il calo in regione. Ma anche oggi 50 decessi

  • Rallentano contagio e ricoveri in provincia di Modena. 11 decessi

  • Covid. Contagi stabili in regione, ma record di decessi. Modena scende

  • Contagio a Modena, 573 nuovi casi e 7 decessi. Ricoveri stabili

  • Emilia-Romagna verso il ritorno in zona gialla, "Ma evitiamo terza ondata"

Torna su
ModenaToday è in caricamento