Il Covid non ferma i botti di capodanno | 10 comportamenti per la sicurezza di animali domestici e selvatici

L'emergenza sanitaria non ferma i botti di capodanno. Ecco pertanto una lista di regole da seguire per tutelare al meglio la salute dei nostri amici a quattro zampe (domestici e non)

Per evitare che l’ultimo giorno dell’anno si trasformi in dramma o tragedia per gli animali, domestici e non, Oipa Italia ha stilato un decalogo con regole e suggerimenti utili per mettere in sicurezza e rassicurare i nostri amici a quattro zampe e come comportarci di fronte ad eventuali comportamenti di crisi scaturiti dal forte rumore di petardi o fuochi artificiali.

Non è infatti raro che gli animali, impauriti, scappino dai giardini o dai cortili perdendosi o finendo investiti, mentre per gli animali più anziani lo scoppio di un petardo può essere sinonimo di infarto o conseguenze estremamente dannose per la salute. Anche la fauna selvatica, come uccelli e animali che popolano i parchi cittadini, spaventata dal frastuono e dalle improvvise luci si disorienta rischiando di schiantarsi contro alberi, muri, vetrate o cavi elettrici.

Ecco allora una semplice ma efficace lista di 10 comportamenti e regole da seguire per tutelare al meglio la salute degli animali che vivono nella nostra città:

  • Teniamo gli animali il più lontano possibile dai festeggiamenti e dai luoghi in cui i petardi vengono esplosi
  • Non lasciamoli soli, potrebbero avere reazioni incontrollate e ferirsi. Stiamo loro vicini, mostrandoci tranquilli e cercando di distrarli
  • Non lasciamoli in giardino. Tenere in casa o in un luogo protetto gli animali che abitualmente vivono fuori per scongiurare il pericolo di fuga
  • Teniamo alto il volume di radio o televisione chiudendo le finestre e le persiane
  • Lasciamo che si rifugino dove preferiscono, anche se si tratta di un luogo che normalmente è loro vietato
  • Durante le passeggiate teniamoli al guinzaglio, evitando anche di liberarli nelle aree per gli animali per evitare fughe dettate dalla paura
  • Facciamo visitare l’animale da un veterinario comportamentalista affinché valuti la possibilità di una terapia di supporto
  • Evitiamo soluzioni fai da te somministrando tranquillanti, alcuni sono addirittura controindicati e fanno aumentare lo stato fobico
  • Organizzare una “gita fuori porta” per trascorrere il Capodanno in luoghi lontano dai centri urbani e dai rumori forti e improvvisi (solo se possibile, nel rispetto delle previsioni del Dpcm del 3 dicembre 2020)
  • Chiediamo al nostro Comune un’ordinanza contro i botti e sensibilizziamo l’opinione pubblica su quanto questi inutili rumori possano essere dannosi per gli animali domestici e selvatici

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La palestra "ribelle" GimFIVE di Modena Est riapre oggi. Arriva la polizia

  • #IoApro, si allarga anche a Modena la protesta dei commercianti per riaprire tutto il 15 gennaio

  • L'Emilia-Romagna resta arancione, firmato il nuovo Dpcm

  • Coronavirus, percentuale di positivi in crescita. A Modena altro picco

  • Tavoli pieni e cena regolare nei ristoranti aperti ieri sera contro il Dpcm

  • Coronavirus, oggi dati in netto calo in Emilia-Romagna. A Modena 203 casi

Torna su
ModenaToday è in caricamento