rotate-mobile
Domenica, 22 Maggio 2022
Guida

Caro Bollette, 10 consigli pratici per risparmiare energia elettrica

Ecco alcuni accorgimenti da tenere presente per evitare sprechi di energia elettrica e risparmiare in bolletta

I costi di energia elettrica lievitano e ora più che mai si è alla ricerca di consigli, strategie per diminuire l'utilizzo della corrente elettrica per uso domestico e risparmiare in bolletta. Una risposta la dà Eni gaseluce che, sul sito web, ha stilato una lista di pratici accorgimenti per evitare gli sprechi di energia elettrica. Ne riportiamo alcuni:

1. Staccare le spine e non lasciare i dispositivi elettronici in stand-by

Attenzione ai carichi fantasma. La maggior parte delle famiglie ha più di una dozzina di dispositivi elettronici, e scollegarli tutti separatamente potrebbe risultare un po' laborioso. Un trucco per guadagnare tempo potrebbe essere quello di raggruppare i dispositivi con una presa multipla in modo da disattivarli collettivamente. Accorpate il PC, il monitor, la stampante e il router WiFi e il gioco è fatto: lo spegnimento delle prese multiple costerà solo un paio di secondi al giorno e farà risparmiare parecchia energia all'anno sulla bolletta della luce!

2. Utilizzare correttamente lavatrice e lavastoviglie

Quando fare la lavatrice per risparmiare corrente? Questa è una domanda alla quale molti di noi hanno già una risposta corretta: la sera, perché tra le fasce orarie di costo dell’energia è quella più economica. Ma esistono alcune accortezze in più per ammortizzare i costi arrecabili all’elettrodomestico. Per esempio, quasi tutti i capi d’abbigliamento possono essere lavati con ottimi risultati anche a 40° (insieme all’aumento della temperatura cresce anche l’impegno energetico); riempire a pieno carico ogni lavatrice per evitare di doverne fare di più è sempre una buona idea così come eliminare il prelavaggio se non è necessario.
Un altro elettrodomestico da maneggiare con cura quando si vuole risparmiare in casa è la lavastoviglie; spesso capita di sparecchiare la tavola e inserire direttamente piatti e pentole all’interno della macchina quando – invece – andrebbero prima sciacquati manualmente per eludere il ciclo di lavaggio intensivo. Nella maggior parte dei casi, infatti, per igienizzare le stoviglie è sufficiente un lavaggio veloce a freddo. Inoltre, è importante pulire correttamente il filtro per consentire un’efficienza maggiore ed evitare l’asciugatura con aria calda, basterà aprire lo sportello per ridurre il ciclo di lavaggio di circa 15 minuti e risparmiare così il 45% di energia.

3. Scegliere modelli a basso consumo di frigorifero e congelatore

Il frigorifero è in assoluto l’elettrodomestico che consuma più elettricità perché sempre in funzione. Tuttavia – anche in questo caso e non solo assicurandosi i modelli con le migliori classi energetiche sul mercato – qualche consiglio può aiutare a limitare i costi. Quante volte capita, indecisi su cosa cucinare per cena, di aprirlo e chiuderlo per controllare cosa c’è dentro? In questo modo, però, il compressore sarà costretto a occuparsi di raffreddare nuovamente l’ambiente sprecando energia. Lo stesso meccanismo si attiva, per esempio, se si inseriscono nel frigorifero pietanze o bevande calde. Al contrario, invece, scongelare cibi al suo interno è assolutamente consigliato per mantenere bassa la temperatura (ideale a 5°).
Sempre rimanendo in cucina, ricorda di ponderare le volte in cui apri il forno elettrico durante il suo funzionamento e prediligi sempre la cottura ventilata. Quest’ultima infatti fa circolare l’aria calda in modo uniforme in tutto il forno, permettendo non solo di velocizzare la cottura dei piatti ma anche di risparmiare sui tempi di funzionamento. Da evitare quando possibile è il preriscaldamento, in caso contrario è da prestare attenzione ai tempi in modo da non lasciare per troppo a lungo il forno accesso inutilmente. Altra buona abitudine è anche quella di pulire il forno dopo ogni utilizzo così da mantenerlo sempre pulito: i residui di cibo provocano infatti un notevole dispendio di energia durante l’accensione. E per chi ha il forno a microonde ricorda che è un alleato per il risparmio energetico perché consuma la metà rispetto a quello tradizionale e i tempi di cottura sono decisamente inferiori (anche solo per scongelare gli alimenti).

4. Fare buon uso del condizionatore

Nei periodi dell’anno con caldo e afa è difficile rinunciare a rinfrescare l’ambiente con il condizionatore. Tuttavia è importante ricordarsi di accenderlo solo quando tutte le finestre sono chiuse – in modo tale da non disperdere il fresco – e di prediligere sempre la modalità deumidificatore, più rispettosa nei confronti del mondo in cui viviamo e delle nostre tasche.
Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Caro Bollette, 10 consigli pratici per risparmiare energia elettrica

ModenaToday è in caricamento