rotate-mobile
Mercoledì, 6 Luglio 2022
Guida

Caro Bollette, 10 consigli pratici per risparmiare energia elettrica

Ecco alcuni accorgimenti da tenere presente per evitare sprechi di energia elettrica e risparmiare in bolletta

5. Seguire alcuni accorgimenti nell’utilizzo del ferro da stiro e dell’aspirapolvere

Il modo più semplice per risparmiare col ferro da stiro è sicuramente quello di acquistarne uno tra quelli con classe energetica A+++. Come d’altronde per tutti gli elettrodomestici, scegliendone uno a basso consumo si può ridurre notevolmente il numero di watt necessari al funzionamento del dispositivo. Sebbene questi modelli abbiano certamente un costo più elevato rispetto agli altri, il vantaggio nel lungo periodo non è per niente indifferente.
Anche per l’aspirapolvere vale il discorso sulla classe energetica. Tuttavia ci sono alcuni semplici accorgimenti che si possono seguire per risparmiare energia: come spegnere l’aspirapolvere mentre si sta facendo altro, ad esempio spostando un mobile o sistemando oggetti, oppure evitare l’utilizzo della funzione “turbo” quando non è necessario, questa modalità infatti richiede una potenza maggiore, non indispensabile per le pulizie ordinarie.

6. Sostituire le vecchie lampadine con quelle a basso consumo

Spegnere le luci non è l’unica soluzione per diminuire i costi delle bollette. Una delle strategie più semplici da mettere in atto per ridurre i consumi nella nostra abitazione è pianificare l'illuminazione elettrica. L'illuminazione artificiale rappresenta, infatti, circa il 10-15% dei costi energetici domestici. Per cominciare, si può apportare una modifica molto efficace dall'investimento contenuto: la sostituzione delle lampadine tradizionali a incandescenza o alogene con le nuove tipologie di lampadine a risparmio energetico (come i dispositivi LED), che consumano molta meno energia. Nei vecchi modelli infatti solo il 10-15% dell'elettricità consumata viene resa in luce, il resto viene trasformato in calore.

7. Sfruttare l’illuminazione naturale

A chi non piacerebbe utilizzare in modo efficiente i punti luce solari? Grazie all'illuminotecnica, la scienza che progetta l'utilizzo della luce naturale in casa, questo desiderio può diventare realtà. Un buon progetto illuminotecnico, infatti, permette di massimizzare l'uso della luce negli interni, sfruttando al meglio finestre e lucernari per garantire un buon grado d'illuminazione nelle ore diurne. È importante tenere conto dell'esposizione solare e della posizione della casa: gli affacci a sud sono i più indicati per favorire l'ingresso della luce solare in inverno e, se bene ombreggiati, temperano il calore in estate.
Spegnere l'interruttore della luce quando si esce da una stanza è un consiglio fin troppo ovvio ma mai superfluo. In particolare, può essere utile installare un interruttore a tempo che spenga la fonte luminosa dopo qualche minuto in ambienti in cui non ci si reca spesso, come le cantine e le soffitte.

8. Leggere la bolletta per conoscere le fasce energetiche più convenienti

Per conoscere le fasce energetiche più convenienti possiamo ricorrere alla lettura della bolletta. Quante volte è capitato di pagarla senza dare neanche un’occhiata a quello che c’era scritto dentro? Eppure comprenderne le voci è un modo efficace per essere sicuri di aver speso la giusta cifra e conoscere quant’è il proprio consumo effettivo di elettricità.

9. Ottimizzare i consumi installando un impianto fotovoltaico

I pannelli fotovoltaici catturano l’energia solare e la trasformano in energia elettrica: migliore è la loro esposizione e maggiore è il rendimento energetico. I vantaggi di questo sistema sono molti:
  • siamo noi a produrre il 90% dell’energia che consumiamo e possiamo rivenderla come parti terze
  • l’energia che produciamo è pulita, quindi a basso impatto ambientale
  • con le detrazioni fiscali possiamo ridurre della metà il costo dell’impianto
  • aumentiamo il valore del nostro immobile

10. Migliorare le prestazioni energetiche dell’edificio con il cappotto termico

Un altro modo per risparmiare energia e ridurre i costi in bolletta è il cappotto termico, uno degli strumenti più efficaci per quanto riguarda l’efficienza energetica in ambito edilizio. Si tratta di un sistema di isolamento termico dell’involucro degli edifici che ne consente l’ottimizzazione delle prestazioni energetiche migliorandone anche il comfort.
Oltre ad assicurare una riqualificazione energetica, il cappotto termico riduce i cosiddetti ponti termici, quei punti dell’edificio in cui si verificano dispersioni di calore e dove solitamente si manifestano condensa e muffa. Protegge inoltre dagli sbalzi termici, aumenta il grado di isolamento acustico e garantisce la coibentazione termica, isolamento dal caldo e dal freddo, permettendo così la riduzione dei costi per il riscaldamento in inverno e raffrescamento in estate e, di conseguenza, la rivalutazione dell’immobile.
Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Caro Bollette, 10 consigli pratici per risparmiare energia elettrica

ModenaToday è in caricamento