rotate-mobile
Università

Unimore, è tempo di test per Scienze e Tecnologie Agrarie e degli Alimenti

Sono 105 i candidati attesi per contendersi uno dei 90 posti disponibili per il corso di laurea del Dipartimento di Scienze della Vita. È il primo anno che per l'accesso al corso viene introdotto il numero chiuso. La selezione lunedì 9 settembre 2013 a Reggio Emilia

La novità della introduzione di un test d’ammissione per il corso di laurea in Scienze Tecnologie Agrarie e degli Alimenti, istituito nell’ambito del Dipartimento di Scienze della Vita dell’Università degli studi di Modena e Reggio Emilia, non ha in alcun modo scoraggiato il ritrovato interesse dei giovani per la vita dei campi, la natura e la genuinità alimentare. Nonostante lo sbarramento degli accessi che consentirà solo a 90 studenti di immatricolarsi a questo corso di laurea triennale, alla prova di ammissione si sono iscritti a partecipare 105 candidati.

“Il corso di laurea – spiega il prof. Domenico Pietro Lo Fiego, referente del corso - ha avuto un enorme apprezzamento da parte dell’utenza e, a partire dal 2009/2010, anno di istituzione, è passato da circa 70 ad oltre 115 immatricolati. Questo ci ha posto di fronte alla necessità di contenere il numero di iscrizioni entro limiti che possano continuare a garantire qualità delle prestazioni ed eccellenza nella didattica come è stato finora”. Sarà dunque piuttosto impegnativo superare questo scoglio considerando anche il fatto che sono solo 74 i posti riservati a cittadini italiani, cittadini comunitari e cittadini non comunitari legalmente soggiornanti in Italia. I restanti 16 posti saranno riservati a cittadini non comunitari residenti all’estero, di cui 6 destinati a studenti cinesi del progetto “Marco Polo”. Se al termine delle procedure di iscrizione previste dalle modalità del bando non si giungesse al completamento dei posti disponibili, dopo il 4 ottobre verranno eventualmente riaperte le iscrizioni e comunicato il numero di posti disponibili. 

La prova

La prova di ammissione si svolgerà lunedì 9 settembre alle ore 10.00 a Reggio Emilia presso le Aule 3, 4 e 5 del Padiglione Besta (via Amendola 2 – area universitaria San Lazzaro). I candidati, tuttavia, dovranno presentarsi tassativamente alla sede di prova per le ore 8.00 per consentire agli organizzatori di procedere con le operazioni di identificazione e controllo della documentazione. I candidati dovranno presentarsi provvisti della domanda-ricevuta, rilasciata dal sistema di registrazione Esse3, debitamente firmata, della ricevuta dell’avvenuto versamento del contributo spese non rimborsabile di 50,00 euro e di un documento di identità personale valido. La mancanza anche di uno solo dei documenti richiesti comporta l’esclusione dalla prova. Durante la prova i candidati non potranno tenere con sé borse o zaini, libri o appunti, carta, telefoni cellulari, calcolatrici o altri strumenti elettronici, che dovranno essere obbligatoriamente depositati al banco della Commissione.

Il test

Il test consisterà in un questionario di 40 domande a risposta multipla, una sola delle quali esatta su materie di matematica (10 quesiti), chimica (10 quesiti), biologia (5 quesiti), fisica (3 quesiti), logica (10 quesiti) e comprensione del testo (2 quesiti). Per rispondere i candidati avranno a disposizione un tempo massimo di 2 ore.

Analisi delle domande

I neodiplomati 2013 che hanno scelto questo corso di laurea sono 64 e rappresentano il 60,95% del totale dei candidati, che è composto da 54 under venti (51,43%), da 44 che hanno un età compresa tra venti e venticinque anni (41,91%), da 6 candidati (5,71%) che si trovano in una fascia di età tra 25 e 40 anni e, infine, da 1 candidato ultraquarantenne. In prevalenza i candidati sono maschi 62,86% (66 unità), ma è elevata anche la presenza femminile composta da 39 ragazze (37,14%). L’età media dei candidati è di 20,32 anni per le femmine e, un poco più alta, 21,22 anni per i maschi. Il candidato più adulto ha 53 anni. Da punto di vista della provenienza geografica prevalgono decisamente i locali con un 40,95% di modenesi ed un 32,38% di reggiani. Più di uno su quattro tuttavia viene da fuori, ovvero per il 6,67% da altre città emiliano romagnole, per il 10,48% da altre regioni italiane e per il 9,52% dall’estero.

Domande ammissione Scienze e Tecnologie Agrarie e degli Alimenti (dati aggiornati al 29/08/2013)

Fonte Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia

Provenienza

Numero Domande

% sul Totale

Modena

43

40,95

Reggio Emilia

34

32,38

Resto Emilia Romagna

                                         7

6,67

Altre Regioni Italia

11

10,48

Estero

10

9,52

Totale

105

100,00

Complessivamente i candidati provengono a 5 differenti regioni che comprendono 10 province. Oltre a modenesi e reggiani spiccano i 7 studenti provenienti da Mantova ed i 4 che vengono da Parma. Le nazionalità straniere rappresentate sono 5, tra cui pevalgono 4 dalla Cina e 3 dal Camerun.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Unimore, è tempo di test per Scienze e Tecnologie Agrarie e degli Alimenti

ModenaToday è in caricamento