Trasporto pubblico locale, avviato il percorso della carta servizi Seta

Si è tenuto questa mattina il primo incontro tra l’azienda e i rappresentanti delle associazioni di consumatori: presenti Adiconsum, Federconsumatori e Associazione Democrazia dal basso. Per l’Amministratore delegato di Seta, Filippo Allegra: “È emersa la comune volontà di condividere proposte migliorative del servizio. Il confronto con utenti e territorio è un elemento strategico della gestione”. A settembre nuovo appuntamento con Enti locali e consumatori per entrare nel merito dei contenuti.

Anche a Modena Seta ha avviato il percorso operativo che porterà alla realizzazione della Carta dei Servizi, ovvero il documento di riferimento del servizio di trasporto pubblico erogato dall’azienda. Questa mattina, infatti, presso la sede di Strada Sant’Anna si è tenuto un incontro tra la direzione aziendale ed i rappresentanti delle associazioni modenesi di consumatori, analogamente a quanto sta avvenendo nelle altre due province in cui opera Seta. Gli appuntamenti in programma con le associazioni di consumatori vengono dopo aver già preventivamente incontrato i rappresentanti locali delle istituzioni e le Agenzie per la Mobilità di Modena, Reggio Emilia e Piacenza, per discutere sulle finalità e gli obiettivi della Carta dei Servizi la cui definizione sarà completata entro la fine del 2013.

All’incontro hanno partecipato, per Seta, l’Amministratore delegato Filippo Allegra, il responsabile marketing Matteo Domenicali e Sarah Grugnetti, responsabile del progetto Carta dei Servizi. Per le associazioni di consumatori erano presenti Angelo Ferrari Valeriani (Adiconsum), Simone Scagliarini e Giuseppe Poli (Federconsumatori Modena e Federconsumatori Emilia-Romagna), Alfredo Negri e Donato Raio (Associazione Democrazia dal Basso).

“La Carta dei Servizi rappresenta un patto che Seta stipula con gli utenti ed il territorio di riferimento, ed è per questo motivo che intendiamo realizzarla ponendo massima attenzione alle sollecitazioni che ci giungeranno dai nostri interlocutori, sia pubblici sia privati” afferma Filippo Allegra, Amministratore delegato di Seta. “Nella Carta – prosegue Allegra - saranno riportati con chiarezza obiettivi, competenze e strumenti di partecipazione e valutazione sull’attività svolta da Seta, evidenziando in modo puntuale gli standard qualitativi e quantitativi che caratterizzano l’attività aziendale. Il percorso che porterà alla realizzazione della Carta dei Servizi è improntato alla condivisione degli obiettivi con utenti e rappresentanti del territorio, un aspetto che per noi è strategico nella gestione del servizio di trasporto pubblico. Per Seta, infatti, la realizzazione della Carta dei Servizi non rappresenta solo l’assolvimento di un preciso adempimento legislativo, ma costituisce anche un elemento di trasparenza verso utenti e cittadini ed uno stimolo a migliorare il servizio erogato”.

I rappresentanti delle associazioni di consumatori hanno espresso soddisfazione per l’avvio di un percorso partecipativo ed inclusivo, auspicando un maggior coinvolgimento degli utenti per quanto riguarda – in particolare – aspetti fondamentali quali la definizione del Regolamento di Servizio e gli aspetti legati alle sanzioni e alle misure di contrasto all’evasione tariffaria. L’incontro si è concluso dandosi appuntamento a settembre per ulteriori momenti di approfondimento nel merito dei contenuti della Carta dei Servizi.

COS’È LA CARTA DEI SERVIZI - La Carta dei Servizi è il documento di riferimento del servizio di trasporto pubblico erogato da Seta, uno strumento utile a far conoscere la nuova realtà aziendale integrata, nata dalla fusione delle aziende di trasporto pubblico di Modena, Reggio Emilia e Piacenza. Al suo interno saranno riportate tutte le informazioni relative alle norme che regolano il servizio, agli standard qualitativi e quantitativi fissati dall’azienda nonché alle sue competenze (territorio servito, passeggeri trasportati, chilometri percorsi, consistenza della flotta aziendale, corse effettuate giornalmente, eccetera). La Carta dei Servizi, insomma, sarà undocumento essenziale per il controllo del servizio reso e del gradimento da parte della clientela, ma anche un utile vademecum per essere sempre informati sui propri diritti di utente, sui livelli di servizio e sugli strumenti di tutela a disposizione dei clienti. Essa conterrà inoltre il nuovo Regolamento di trasporto, attualmente in fase di definizione e che costituirà una sintesi unitaria dei Regolamenti vigenti nei tre bacini provinciali in cui opera l’azienda. Uno spazio rilevante sarà poi riservato all’ascolto dei clienti, con indicazione degli strumenti di valutazione e partecipazione nonché di tutela in caso di disservizio.

Sono due gli obiettivi principali a cui intende rispondere il documento: esplicitare i fattori da cui dipende la qualità erogata dall’azienda sulla base dei Contratti di servizio stipulati con le Agenzie della Mobilità nei tre bacini provinciali di riferimento; dichiarare i risultati raggiunti nel primo anno di attività dell’azienda e formulare gli obiettivi per l’anno in corso e per i successivi. Questi obiettivi costituiscono un elemento di chiarezza e trasparenza nei confronti degli utenti e delle Amministrazioni pubbliche: tutti i servizi gestiti da Seta costituiscono infatti la traduzione concreta delle politiche di mobilità definite dagli Enti locali, ai quali compete la funzione di pianificazione e programmazione strategica del trasporto pubblico nel proprio territorio come – ad esempio – la definizione delle politiche tariffarie e degli obiettivi strategici del servizio. Tali indirizzi vengono poi tradotti dalle Agenzie della Mobilità in precisi standard quantitativi e qualitativi, la cui realizzazione da parte del gestore Seta viene poi misurata sulla base di diversi indicatori.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

IL PERCORSO DI REALIZZAZIONE - Nella prima metà del mese di luglio Seta ha incontrato le Agenzie per la Mobilità di Modena, Reggio Emilia e Piacenza per un primo approccio di definizione del percorso realizzativo della Carta dei Servizi. A questi primi incontri preparatori stanno facendo seguito ulteriori momenti di confronto con i rappresentati degli Enti locali e delle associazioni di consumatori delle tre province interessate. La conclusione dei momenti di confronto e di definizione dei contenuti della Carta dei Servizi è prevista entro l’autunno, con la pubblicazione effettiva del documento entro la fine del 2013.

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Modena usa la nostra Partner App gratuita !

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid-19. Muore a soli 36 anni la delegata sindacale di Villa Margherita

  • E' positiva al virus ma esce in bicicletta, denunciata a Modena una 47enne

  • “Back on Track”, Ferrari prepara la riapertura con uno screening per i dipendenti

  • Buoni spesa, a Modena fino a 500 euro a famiglia. Domande da lunedì

  • Coronavirus, in Emilia-Romagna 608 positivi e 75 decessi in più

  • Covid-19, da Modena lo studio per comprendere come funziona l’infezione 

Torna su
ModenaToday è in caricamento