rotate-mobile
Giovedì, 19 Maggio 2022
Guida

Ingresso e rientro in Italia, viaggi verso Paesi extra-Schengen: cosa cambia dal 1° Marzo 2022

Secondo quanto riportato nell'Ordinanza del 22 Febbraio 2022, dal 1° Marzo è garantita una maggiore libertà di spostamento tra Italia e Paesi extra-Schengen, sono abrogati i corridoi turistici e le distinzioni tra elenchi di Paesi (A,B,C,D ed E)

Secondo l'Ordinanza emanata il 22 Febbraio 2022 dal Ministero della Salute, dal 1° Marzo 2022 si potrà viaggiare all'interno e all'esterno dell'Unione Europea con meno limitazioni: non saranno più in vigore le distinzioni tra elenchi di Paesi, cade l'obbligo di quarantena al rientro in Italia se provenienti da un Paese Extra-UE e sono eliminati i Corridoi Turistici Covid-free. Vediamole nello specifico.

Novità introdotte dall'Ordinanza 22 Febbraio 2022

  • elimina gli elenchi di Paesi A, B, C, D ed E
  • elimina le limitazioni ai viaggi dall’Italia verso i Paesi dell’ex elenco E
  • abroga le Ordinanze relative ai voli Covid-tested e ai Corridoi Turistici Covid-free, in quanto superate

Ingresso e rientro in Italia: la documentazione richiesta

In assenza di sintomi compatibili con COVID-19, l'ingresso in Italia è consentito a condizione di presentare al vettore, al momento dell’imbarco, e a chiunque sia deputato ad effettuare i controlli, il formulario digitale di localizzazione del passeggero (digital Passenger Locator Form o dPLF).
Inoltre, sarà obbligatorio esibire i seguenti documenti di:
  • Vaccinazione completa con vaccino autorizzato dall’EMA, effettuata da meno di 9 mesi (Certificazione Digitale UE o certificazione equivalente per le autorità italiane)
oppure
  • Vaccinazione completa con vaccino autorizzato dall’EMA e dose di richiamo (cd. booster), in formato Certificazione Digitale UE o certificazione equivalente per le autorità italiane
oppure
  • Guarigione da COVID-19, da meno di 6 mesi (formato Certificazione Digitale UE o certificazione equivalente per le autorità italiane)
oppure
  • Risultato negativo di test molecolare condotto con tampone nelle 72 ore prima dell’ingresso in Italia o test antigenico condotto con tampone nelle 48 ore prima dell’ingresso in Italia
In caso di mancata presentazione di una delle certificazioni elencate, l’ingresso in Italia è possibile ma con obbligo di quarantena presso l'indirizzo indicato nel dPLF, per un periodo di 5 giorni, con l'obbligo di sottoporsi a un test molecolare o antigenico, effettuato per mezzo di tampone, alla fine di detto periodo.
Per quanto concerne i minori al di sotto dei 6 anni di età, possono entrare in Italia senza ulteriori formalità e sono sempre esentati dall’obbligo di test molecolare o antigenico.

Viaggiare all'estero: cadono le misure restrittive per i Paesi dell'ex Elenco E

Dal 1° marzo 2022 non saranno più in vigore «le misure restrittive connesse agli spostamenti per l’estero, con particolare riferimento agli spostamenti da o verso i Paesi dell’Elenco E».

Sino a ieri, erano consentiti spostamenti per motivi di turismo solamente verso i seguenti Paesi dell'area extra-Schengen inseriti nell'elenco D: Argentina, Arabia Saudita, Australia, Bahrein, Canada, Cile, Colombia, Emirati Arabi Uniti, Giappone, Indonesia, Israele, Kuwait, Nuova Zelanda, Perù, Qatar, Ruanda, Regno Unito di Gran Bretagna e Irlanda del Nord, Repubblica di Corea, Stati Uniti d’America, Uruguay, Taiwan, Regioni Amministrative Speciali di Hong Kong e Macao. Dal 1° Marzo 2022, invece, sarà possibile raggiungere per turismo anche i Paesi del precedente Elenco E.

Abrogati i Corridoi Turistici Covid-free

Dal 1° Marzo 2022 sarà più semplice raggiungere i Paesi precedentemente denominati  "Covid-free", i quali godevano di regole speciali, in collaborazione con i tour operator, per consentire viaggi di motivi turistici verso Aruba, Maldive, Mauritius, Seychelles, Repubblica Dominicana, Sharm El Sheikh e Marsa Alam, Cuba, Singapore, Turchia, Phuket, Oman e Polinesia francese.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ingresso e rientro in Italia, viaggi verso Paesi extra-Schengen: cosa cambia dal 1° Marzo 2022

ModenaToday è in caricamento