Meteo, in arrivo nel weekend il primo grande caldo estivo

I meteorologi chiudono con il mese di maggio la “loro” primavera, ancora una volta al di sopra delle medie storiche. Lombroso: “Ormai è diventata la regola”. Nel fine settimana attese punte di 32-34°C

Anche il mese di maggio 2014 termina, a Modena, con una temperatura media superiore alla media climatologica. Questo il resoconto stilato dagli esperti dell’Osservatorio Geofisico del Dipartimento di Ingegneria “Enzo Ferrari” – DIEF dell’Università degli studi di Modena e Reggio Emilia. “Intendiamoci – si affretta a precisare il meteorologo Luca Lombroso -  nessun record e nessuna anomalia particolare ma il mese, chiudendo con una media di 19.3°C, risulta di circa mezzo grado superiore al riferimento del periodo 1981-2010 che è stato di 18.7°C. Non deve stupire - spiega Luca Lombroso - se non si sono mai toccati i trenta gradi, perché il caldo a maggio, che ricordiamo è un mese primaverile, dovrebbe essere l’eccezione e non la regola. Dal 2000 in poi ciò è capitato 7 volte, ovvero mediamente un anno su due, mentre prima del XXI secolo avveniva si e no una volta ogni 10 anni”. 

Con maggio si è chiusa anche la primavera meteorologica, una primavera in cui le anomalie per quanto riguarda la temperatura sono più evidenti. Limitando l’analisi ai dati raccolti presso la stazione storica dell’Osservatorio Geofisico di Piazza Roma a Modena, così da poter effettuare un raffronto con la lunga serie storica disponibile su Modena grazie alla lungimiranza del Duca Francesco IV d’Este e di Giuseppe Bianchi, spronati da Giovan Battista Amici. La temperatura media della primavera 2014 risulta di 15.8°C, quasi 2°C sopra la media di riferimento per il periodo, che fa sì che quella di quest’anno sia stata la quinta primavera più calda dal 1860. Curiosamente il record resta fermo alla primavera 1945, l’anno della liberazione, con 16.8°C, ma quello fu un episodio isolato e il dato è dubbio perché proprio a causa delle guerra le misure furono spostate presso il Palazzo del Rettorato.

Caldo record? “A meno di sorprese clamorose no. Ancora una volta – avverte Luca Lombroso - avremo un’ondata di caldo che fino al secolo scorso sarebbe stata fra quelle rare a giugno, ma che ormai sono diventate la classica eccezione che conferma la regola: il pianeta si scalda, e nel nostro territorio uno degli effetti più vistosi sono proprio le ondate di caldo”.
 
PREVISIONI -
Secondo gli esperti dell’Osservatorio Geofisico universitario di Modena nei prossimi giorni avremo bel tempo con arrivo anche della prima ondata di caldo estivo. Questo a causa dell’espansione dell’anticiclone subtropicale, in parte africano, che si rafforzerà in particolare dal fine settimana, con temperature in risalita dagli attuali 26-27°C, valori perfettamente in linea con la stagione, fino a spingersi a 30-32°C sabato 7 giugno, 32-34°C nella giornata di domenica 8 giugno e forse, da confermare, sui 35°C a inizio settimana. Questi valori però potrebbero anche portare, in montagna, i primi temporali di calore. A parziale consolazione, le notti - almeno inizialmente - saranno sopportabili e fuori città al di sotto della soglia di “notte tropicale”, che si verifica quando si raggiungono i 20°C di temperatura minima.

Potrebbe interessarti

  • Le migliori trattorie del centro storico di Modena

  • I 5 parchi naturali più belli della provincia di Modena

  • Dove fare barbeque e pic-nic nei parchi della provincia di Modena

  • Calo di energia durante il giorno ? Dagli USA arriva il Metodo Power Nap

I più letti della settimana

  • Auto finisce fuori strada e prende fuoco, morto il conducente

  • Uccisa con un coltello dal marito, un dramma della malattia in via Alassio

  • Gli eventi da non perdere nel weekend a Modena e provincia

  • Fuori strada con la moto, 29enne muore sulla Canaletto

  • Truffa dello specchietto, famiglia con due bimbi piccoli fugge e sperona l'auto della Polizia

  • Fugge alla Polstrada per chilometri, bloccata in mezzo alla rotatoria di Baggiovara

Torna su
ModenaToday è in caricamento