Meteo | L’Inverno 2019/2020 è tra i più caldi di sempre

L’inverno 2019-2020 si è da poco concluso, iniziamo a tirare le somme a livello nazionale e globale, con la stagione risultata tra le più calde da quando si registrano i dati

Con un’anomalia di +2.03°C sul riferimento 1971-2000, l’inverno 2019-2020 è risultato il secondo più caldo di sempre, dietro al solo inverno 2007, che concluse con un’anomalia di +2.13°C.

Le anomalie più consistenti si son registrate sui settori nord-occidentali, nonché sulla Sardegna. Dal punto di vista delle precipitazioni, a livello nazionale si è registrato un deficit del 37%, collocando il trimestre al 18° posto tra i più siccitosi. I dati nazionali sono a cura dell’ISAC-CNR.

L’inverno 2019-2020 in Emilia-Romagna

In Emilia-Romagna, l’inverno 2019-2020 è risultato il più mite dal 1962, ex aequo con il 2007. Entrambi han fatto registrare una temperatura media regionale di +6.0°C, eguagliando il record precedente e superando di poco quello del 2014 (+5.8°C).

Tutti e tre i mesi invernali si son caratterizzati per temperature sopra la media o ampiamente sopra la media, in particolar modo Febbraio. Esso, con una media di +7.7°C, ha superato il precedente record (+7°C) appartenente al 2014.

Anche Dicembre 2019 fa segnare il record mensile regionale, con una media di +5.7°C contro i +5.5°C del record precedente (Dic 2014).

Caldo anche Gennaio 2020, tra i primi sei più miti dal 1961. Lo scarto del mese di Febbraio rispetto alla media 1961-1990 si attesta sui +4°C: questo conferma come l’ultimo mese della stagione invernale sia risultato particolarmente mite.

Dal punto di vista delle precipitazioni, esse sono risultate inferiori alla media, con circa 140 mm medi rispetto al valore di riferimento che si attesta sui 210 mm. Esse sono risultate leggermente superiori alla stagione invernale precedente, 2018-2019, che si è chiusa con 128 mm di media.

Se l’andamento delle temperature a livello regionale rispecchia quello globale e nazionale, con una decisa tendenza all’aumento dei valori, sulle precipitazioni il quadro è più complesso. Si evidenzia una leggera diminuzione, ma non particolarmente marcata, con il regime pluviometrico che risulta abbastanza variabile.

Tra le stagioni invernali avare di precipitazioni ricordiamo il 2016-2017, 2011-2012 nei tempi recenti, mentre si arriva ai record negativi del 1989-1990 e del 1991-1992 andando più indietro nel tempo.

Tra le stagioni invernali maggiormente piovose o nevose ricordiamo invece, sempre parlando di tempi recenti, 2008-2009, 2009-2010 e 2013-2014.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Articolo a cura di Centro Meteo Emilia Romagna

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scomparsa dopo la scuola, ritrovata a Pavia la 16enne di Sassuolo

  • Covid, positività in 13 scuole modenesi. Nuovo caso al "Fermi"

  • L'auto si schianta contro una casa, 20enne muore sul colpo

  • Gli eventi da non perdere nel weekend a Modena e provincia

  • Contagio, 12 casi nel modenese. Nessun rientro dall'estero

  • Investe un ciclista e fugge, caccia ad un'auto-pirata a Vignola

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ModenaToday è in caricamento