rotate-mobile
Meteo

Meteo | Lombroso: "Le temperature sono da inizio Giugno non inizio Gennaio"

Si sono registrati ben 15°C questa mattina all'alba, una temperatura che il docente UniMoRe Luca Lombroso ha definito: "Temperature da inizio Giugno". La neve? E' in arrivo, ma Lombroso ha spiegato quando, come e perché

Si sono registrate temperature insolite dall'inizio di gennaio secondo quanto rilevato dall’Osservatorio Geofisico del Dipartimento di Ingegneria “Enzo Ferrari”. Responsabile della situazione il fohn. Ma da metà settimana le temperature ritorneranno ai valori tipici del mese. "Il sentore – spiega l’esperto Luca Lombroso - si è avuto in mattinata, quando già in Romagna si erano avute temperature, all’alba, di 14-15°C, più tipiche di mattinate di giugno piuttosto che di genaio".

"Poi, via via il föhn ha fatto irruzione a Bologna, quindi a Modena est, - continua Lombroso - con una curiosa situazione attorno alle 11.00, che vedeva 17°C alla stazione di rilevazio“nne del Campus universitario DIEF e soli 8°C in centro presso la stazione storica del centro in Piazza Roma, così come a Reggio Emilia. La dinamica del vento ha portato successivamente un repentino sbalzo a 18°C circa a Reggio Emilia attorno a mezzogiorno”. 

Alle 13.30 anche l’intera città di Modena ha visto entrare raffiche di vento a 57 km/h con la temperature salite nel frattempo a massime di  17.6°C in Piazza Roma, a 19.9°C al Campus DIEF e 18.9°C a Reggio Emilia presso il Campus universitario San Lazzaro. Alle 15 poi a Reggio Emilia il föhn è cessato e le temperature sono ridisce a 10.9°C. Resta imbattuto il record di caldo di gennaio di +22.4°C nella stazione storica dell’Osservatorio Geofisico universitario di Modena posta sul torrione orientale del Palazzo Ducale, rilevata il 19 gennaio 2007 e anche quello di +19.4°C del 18 gennaio 2000. Il caldo odierno comunque si colloca a livello dei record assoluti registrati fino a tutto il XX secolo. 

“Il föhn, vento caldo discendente dal versante sottovento di una catena montuosa, in questo caso l’Appennino, - chiarisce il meteorologo dell’Osservatorio Geofisico universitario di Modena Luca Lombroso -  non è di per se un fenomeno nuovo per le nostre zone. Era citato perfino da Domenico Ragona, Direttore dell’Osservatorio dal 1862 al 1892. Quello che invece è una novità è la facilità con cui, negli ultimi anni, porta temperature primaverili in pieno inverno. Previsione. Considerato il caldo di oggi che, in parte, proseguirà domani martedì 12 gennaio, è ovvio che con l’arrivo, previsto da metà settimana, di masse d’aria fredde. Neve? Presto, per fornire previsioni al riguardo. La vera notizia non è l’eventualità della neve, bensì il fatto che la neve a gennaio, in Appennino, invece di arrivare se ne è andata”. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Meteo | Lombroso: "Le temperature sono da inizio Giugno non inizio Gennaio"

ModenaToday è in caricamento