rotate-mobile
Martedì, 7 Febbraio 2023
Meteo

Una nevicata nella storia, battuto un record che resisteva da 62 anni

A memoria di archivio meteorologico mai una nevicata così tardiva e a quote così basse. Raggiunti i 70cm nell'alto Frignano

Sarà senz’altro una giornata da ricordare e che entrerà a far parte della storia meteorologica della nostra regione. Domenica 5 Maggio ha visto, come da previsione, il ritorno della neve fino a quote molto basse per il periodo ed accumuli abbondanti in Appennino. La nostra dorsale ha infatti visto una nevicata tardiva che ha, di fatto, spazzato via il record che resisteva dal 1957. La nevicata di ieri è stata quindi la più abbondante, per quanto riguarda il mese di Maggio, degli ultimi 60 anni, ma forse, si potrebbe addirittura arrivare a inizio XX secolo.

Oltre mezzo metro di neve a 1500m sull’Appennino Modenese, dove si son misurati 70 cm alla Piana di Budale e 53cm al Rifugio Capanno Tassoni, a 1317 metri di quota. Per quanto riguarda l’Appennino Reggiano, i dati parlano di poco più di 40 cm a Febbio e Civago, mentre sono ben 35 i centimetri registrati a Castelnovo Ne’ Monti, a “soli” 750 m slm. Molto importante questo dato, che conferma l’abbattimento del record del 1957, che, come testimoniano i colleghi di ReggioEmiliaMeteo risaliva al 1957 pari a 22 centimetri nella località.

La neve si è spinta a quote record per il periodo, fin sui 200-300 metri, soprattutto sul settore centro-occidentale del nostro Appennino. Precipitazioni consistenti anche tra Piacentino e Parmense, soprattutto dai 500 metri di quota in su.

Precipitazioni diffuse hanno interessato la nostra regione, risultando in diverse aree abbondanti e in generale con accumuli che han superato i 50/60 millimetri. La stima degli accumuli è stata nel complesso rispettata, con l’individuazione corretta delle aree che sarebbero state maggiormente soggette alle piogge più rilevanti. Ricordiamo tuttavia che, eseguendo queste stime, rimane una fisiologica incertezza, pertanto non è comunque possibile scendere nel dettaglio al chilometro. Si sottolinea anche la consistente differenza di temperatura registrata a seguito dell’arrivo dell’aria di matrice artico-marittima. Ben 10/15°C in meno rispetto alla giornata di Sabato 4 Maggio.

Articolo a cura di Centro Meteo Emilia Romagna

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Una nevicata nella storia, battuto un record che resisteva da 62 anni

ModenaToday è in caricamento