menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Temperature giù e neve in Appennino, cosa ci aspetta nel weekend

L’arrivo di una massa d’aria di origine artica darà luogo a un peggioramento anche marcato nel fine settimana, specialmente durante la giornata di Domenica 5 Maggio. Ci attende quindi un sensibile calo delle temperature, nonché piogge diffuse e il ritorno della neve su Appennino e fascia collinare.

Sabato 4 Maggio - La giornata di Sabato vedrà instabilità irregolarmente distribuita su buona parte della regione. In mattinata saranno possibili locali piogge, alternate a schiarite sulle aree occidentali(province di Piacenza e Parma), mentre nel corso del pomeriggio l’instabilità interesserà maggiormente le aree centro-orientali. Qui sarà possibile lo sviluppo di rovesci a carattere temporalesco. 

La probabilità di precipitazioni risulterà medio-alta sul settore centro-orientale, specie verso l’Appennino e tra Modenese, Bolognese e Ferrarese dove potranno verificarsi locali temporali pomeridiani. Più contenuta altrove per via del fatto che le precipitazioni risulteranno irregolari e di conseguenza avremo anche aree che potranno rimanere all’asciutto. La ventilazione risulterà di direzione variabile, prevalentemente dai quadranti occidentali.

Domenica 5 Maggio - La giornata di Domenica 5 Maggio risulterà quella più instabile del fine settimana, con precipitazioni diffuse e a tratti persistenti su tutto il territorio. Tra notte e mattinata saranno le basse pianure lungo il corso del Po e i settori centro-occidentali a vedere i fenomeni più consistenti, in spostamento verso Sud-Est nel corso della giornata.

Vedremo così aumentare la probabilità di precipitazioni anche su Emilia orientale e Romagna nella seconda parte di giornata, mentre risulterà già elevata altrove in mattinata. Le precipitazioni potranno assumere localmente carattere di rovescio, nonché risultare nevose dai 600/800 metri, con quota neve in calo e possibili episodi nevosi anche più in basso, seppur senza accumulo di rilievo.

Temperature in deciso calo, con massime che durante la giornata di Domenica risulteranno inferiori ai +12°C su tutta la regione. La ventilazione risulterà in rinforzo dai quadranti settentrionali con raffiche tese/forti sulla costa da Nord/Nord-Est, moderate altrove. Venti forti ad alta quota sull’Appennino.

Gli accumuli nevosi più rilevanti si registreranno sull’Appennino centro-orientale, dove non si escludono picchi superiori ai 30-50 cm alle quote più elevate. Altrove chiaramente meno, sebbene rovesci, senza accumulo, in caso di fenomeni intensi potrebbero spingersi fin sull’area pedecollinare tra Reggiano, Modenese, Bolognese e Romagna. 

Articolo a cura di CentroMeteoEmiliaRomagna

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Coronavirus, in Emilia-Romagna 1.208 nuovi positivi, di cui metà asintomatici

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ModenaToday è in caricamento