rotate-mobile
Mercoledì, 29 Maggio 2024
Motori

Semaforo verde per il campionato di Formula E, fari puntati sul ritorno di Maserati

Il Tridente schiera una monoposto in una competizione ufficiale dopo ben 60 anni. Il debutto sabato in Messico

La nona stagione del Campionato del Mondo ABB FIA Formula E inizia questo sabato con il debutto dell'auto da corsa elettrica più veloce, leggera, potente ed efficiente mai costruita, la GEN3, nell'Hankook Mexico City E-Prix 2023 sul circuito dell'Autódromo Hermanos Rodriguez. Una folla di 40.000 spettatori riempirà le tribune e accoglierà i 22 piloti delle 11 squadre che gareggeranno.

Fari puntati ovviamente sul Tridente. In collaborazione con MSG Racing, Maserati segna il suo ritorno alle competizioni in monoposto per la prima volta dopo oltre 60 anni e si appresta a diventare il primo marchio italiano a competere in Formula E.

Sia Maserati che McLaren considerano la Formula E come la chiave per i loro programmi di sviluppo EV, l'intenso laboratorio sportivo del campionato porterà gli insegnamenti dalla pista direttamente ai modelli stradali. La legacy di Maserati è evidente nel suo ritorno alle corse: lanciata sulle strade della città natale italiana di Modena nell'iconico colore blu, la Maserati Tipo Folgore rende omaggio alla prima auto da corsa del Tridente, la Tipo 26.

Il Maserati MSG Racing vedrà il ritorno di Edoardo Mortara, che cercherà di replicare la sua stagione di Formula E di maggior successo dello scorsa anno, con quattro vittorie e sei podi, insieme al nuovo compagno di squadra Maximilian Guenther.

La squadra ha iniziato bene a Valencia, dove Guenther ha vinto cinque delle sette sessioni cronometrate e ha stabilito il ritmo di riferimento in Spagna in occasione del terzo test ufficiale di Formula E.  Tutte le squadre hanno svolto infatti test privati e tre giorni insieme a Valencia per accumulare chilometri e familiarizzare con la nuovissima auto da corsa.

La GEN3 rappresenta un enorme salto nello sviluppo tecnologico e nell'innovazione, con gli ingegneri della FIA e della Formula E che hanno realizzato l'auto da corsa elettrica più veloce, leggera, potente ed efficiente mai costruita, spingendo al limite lo sviluppo dei veicoli elettrici. Capace di raggiungere una velocità massima di 322 km/h, è più leggera di 53 kg e ha un telaio più piccolo ottimizzato per le corse su strada. Un propulsore anteriore addizionale aggiunge 250kW ai 350kW del posteriore, più che raddoppiando la capacità rigenerativa dell'attuale vettura GEN2 a 600kW, con oltre il 40% dell'energia utilizzata in gara rigenerata in frenata.

Oltre alla rivoluzionaria tecnologia in pista, i regolamenti sportivi della Formula E sono stati aggiornati in linea con l'era GEN3. Il totale dei giri sostituirà il tempo nella definizione della distanza di gara, con l'aggiunta di giri supplementari per le interruzioni della Safety Car e della Full Course Yellow. Hankook Tire diventa il partner tecnico e il fornitore esclusivo di pneumatici del Campionato del Mondo ABB FIA Formula E a partire dalla stagione 9.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Semaforo verde per il campionato di Formula E, fari puntati sul ritorno di Maserati

ModenaToday è in caricamento