Rally. La rivincita di Daprà al Prealpi Master Show

Tra la pioggia ed il fango emerge il pilota trentino, portacolori di GDA Communication, che chiude il debutto sullo sterrato trevigiano con un ottimo sesto di classe.

Debutto bagnato, debutto fortunato per Roberto Daprà al Prealpi Master Show dello scorso fine settimana, archiviato con una bella sesta piazza finale, in classe R2B, e con i primi punti per la serie Raceday Rally Terra portati finalmente a casa. Il ricordo della sfortunata apparizione lampo al Rally delle Marche è stato cancellato, con un colpo di spugna, da una prestazione solida e concreta, maturata in condizioni meteo avverse. La pioggia, caduta ininterrottamente per quasi tutta la durata della competizione, rendeva lo sterrato della campagna trevigiana molto insidioso, un vero fiume di fango in alcuni tratti. Nonostante questo il portacolori di GDA Communication ha affrontato di petto la sfida, alla guida di una Ford Fiesta R2 di JME Racing che ha girato come un orologio svizzero. Che non si trattasse di una passeggiata lo si era capito sin dalla vigilia, con l'avvicendamento sul sedile di destra che vedeva l'infortunato Francesco Orian fare posto a Fabio Andrian.

“Purtroppo Francesco ha avuto un infortunio” – racconta Daprà – “e non ha potuto essere presente a questa gara. Lo ha sostituito Fabio Andrian e mi sono trovato davvero molto bene. Abbiamo avuto un buon feeling da subito e questo ci ha permesso di dare il massimo in gara.” Il giovane trentino si dimostrava a suo agio sin dalla prima prova speciale in notturna, la “Trofeo Casagrande” del Sabato, dove otteneva l'ottavo tempo di classe R2B, su trentaquattro arrivati. “Nella prova di notte” – sottolinea Daprà – “non abbiamo voluto esagerare più del dovuto. Abbiamo cercato di capire come erano le condizioni del fondo ed abbiamo preso le misure.” Un avvio domenicale condito da qualche errore, sul primo passaggio della “Master Show”, veniva presto rilanciato dall'ottavo tempo sulla terza speciale, anticipando l'ulteriore crescita dimostrata in chiusura, settimo parziale, che lo vedeva risalire sino al sesto posto finale.

“Siamo contenti della nostra rivincita” – aggiunge Daprà – “perchè abbiamo cancellato la sfortuna che abbiamo patito al Marche. Siamo molto soddisfatti di come ci siamo espressi in gara. Non era per niente facile con la tanta pioggia caduta e con il fondo che si scavava, creando dei veri e propri binari. Abbiamo fatto qualche modifica all'assetto, durante la Domenica, ed abbiamo visto che siamo andati nella giusta direzione. La vettura si è comportata molto bene così come il team che ci ha dato supporto fondamentale dal lato setup. Ben fatto.” Un risultato molto significativo, ottenuto alla prima uscita ufficiale su sterrato con un parco partenti notevole, che si traduce nei primi punti validi per la serie Raceday Rally Terra. Il modo migliore per congedarsi dalla stagione sportiva 2019 e per affacciarsi ad una nuova annata che si preannuncia ricca di novità e di sorprese.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Elezioni: Provincia di Modena in linea con la Regione. Via Emilia targata Pd

  • Frontale fra auto e camion, 26enne muore sulla Panaria Bassa

  • Raro tumore ad una mano, trentenne salvato dalla cooperazione medica tra Modena e Bologna

  • Gli insulti in dialetto modenese più famosi

  • Acqua "del rubinetto" e tumori alla vescica, uno studio fa luce sulle correlazioni

  • Bambina di sei anni precipita dalla seggiovia, paura sul cimone

Torna su
ModenaToday è in caricamento