rotate-mobile
Mercoledì, 24 Aprile 2024
Motori

Formula E, weekend difficile per Maserati in Arabia Saudita

Gara 1 da dimenticare, mentre il giorno successivo ci si consola con la top ten centrata da Edoardo Mortara. Tanto lavoro per il Tridente

Maserati MSG Racing è riuscita a conquistare la top ten nella seconda prova dell’edizione 2023 dell’E-Prix di Diriyah, con Edoardo Mortara nono classificato al Riyadh Street Circuit.

Il giorno dopo la difficile gara di apertura di venerdì - in cui nessuna delle due vetture aveva completato la corsa - il team monegasco è tornato in forma, sfoderando un passo positivo in qualifica, ideale per mettere a punto uno slancio crescente.

Edo e il compagno di squadra Maximilian Günther hanno preso parte al Gruppo B, ma mentre Max non è riuscito ad avere la meglio nei duelli, Edo si è classificato tra i migliori quattro, qualificandosi per i quarti di finale. Qui, l’italo-svizzero ha affrontato il pilota della Jaguar Mitch Evans e si è qualificato settimo dopo aver perso nel testa a testa di un giro con il neozelandese. Nel frattempo, Max si è assicurato il decimo posto.

Alla partenza dei 39 giri previsti, entrambi i piloti hanno fatto progressi, e mentre Edo è riuscito a raggiungere il quinto posto alla prima tornata, Max è salito in nona posizione superando Stoffel Vandoorne al nono giro.

Da quel momento entrambi hanno mantenuto un buon ritmo, anche se Edo ha perso terreno al ventunesimo giro dopo essere stato superato da Jake Dennis e Sam Bird.

L’ingresso della safety car al ventisettesimo giro, causato da un incidente di cui si è reso protagonista Nico Müller, ha sconvolto la strategia studiata dal team. La gara è ripresa al trentunesimo giro, con dieci tornate ancora da percorrere prima della bandiera a scacchi.

Nelle fasi finali Edo e Max hanno azionato l’Attack Mode ma sfortunatamente sono scivolati indietro all’ultimo giro, classificandosi rispettivamente nono e diciannovesimo.

La nona stagione del FIA Formula E World Championship riprenderà l’11 febbraio a Hyderabad, in India, dove è prevista una sola gara.

La gara nelle parole dei protagonisti

James Rossiter, Team Principal di Maserati MSG Racing: “Dopo un fine settimana difficile è bello riuscire a guadagnare i primi punti, anche se siamo ancora molto lontani da dove vorremmo essere. Una buona qualifica è stata la chiave per la prestazione di oggi, e Edo è stato eccezionale nel primo giro, riuscendo a risalire dal settimo al quinto posto. Anche Max ha fatto un ottimo lavoro, restando in lotta per la zona punti per tutta la gara. Siamo riusciti a mantenere un buon passo e a rimanere insieme ai primi nella fase iniziale, tuttavia, con le macchine raggruppate è stato difficile riuscire a cogliere il momento giusto per attivare l’Attack Mode. La safety car poi ha reso il tutto ancora più complesso e purtroppo, con l'aumento del ritmo, è stato complicato avanzare nelle posizioni di testa. Sono stati due giorni impegnativi per il team, ma sono immensamente orgoglioso di come tutti hanno lavorato facendo squadra. Abbiamo fatto dei notevoli passi avanti in questo fine settimana, e se continuiamo su questa strada, sono certo che possiamo ottenere i risultati di cui so che siamo capaci.” 

Edoardo Mortara, pilota, Maserati MSG Racing: “Dopo una prima gara difficile, credo che oggi abbiamo recuperato piuttosto bene e il fatto di essere arrivati alla fase a eliminazione in qualifica ci ha messo in una buona posizione per lottare per i punti. Alla partenza ho avuto un leggero pattinamento, ma sono riuscito comunque a entrare tra i primi cinque superando Seb [Buemi] e Jake [Dennis]. Purtroppo, non avevamo il passo per stare nel gruppo di testa nei long-run, ma dopo ieri, dovremmo essere felici per i punti guadagnati. Abbiamo fatto dei passi avanti, ma dobbiamo ricompattarci prima di Hyderabad, così da poter continuare a lottare in tutte le sfide che ci attendono. Sono grato alla squadra e ho il massimo rispetto per tutti coloro che stanno ai box, per il duro lavoro di questo fine settimana.”

Maximilian Günther, pilota, Maserati MSG Racing: “Per noi è stato un fine settimana molto difficile. I ragazzi hanno fatto un lavoro fantastico riuscendo a darmi una macchina nuova per oggi, e penso che abbiamo fatto dei passi avanti in qualifica. In gara ci siamo avvicinati alla zona punti, ma mi è mancato il passo e l’efficienza per guadagnare posizioni. Diriyah è stata una tappa dura, ma noi siamo un team forte e dobbiamo continuare a spingere. So che possiamo farcela.”

Giovanni Sgro, Head di Maserati Corse: “Primi punti della stagione per Maserati MSG Racing con Edo, che si è classificato nono. È stato un fine settimana impegnativo qui a Diriyah, tuttavia la resilienza del team ci ha permesso di vedere entrambi i piloti lottare in pista. Abbiamo imparato molto e guardiamo avanti alla quarta tappa del mondiale in India, a Hyderabad.”

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Formula E, weekend difficile per Maserati in Arabia Saudita

ModenaToday è in caricamento