Rally, Santoro vittima del caldo in quel di Alba

Un malore blocca il pilota di San Giovanni Rotondo, già in affanno durante lo shakedown, e lo costringe al ritiro anticipato, ancor prima di iniziare la vera sfida.

Un caldo torrido, afoso, che ha messo a dura prova molti in questo weekend, in occasione di un Rally di Alba che sarà ricordato anche per il meteo. Al via del primo appuntamento con il Campionato Italiano WRC, al termine di un lungo lockdown, la neonata scuderia Top Drivers schierava il rientrante Massimiliano Santoro. Il pilota di San Giovanni Rotondo, al debutto nel CIWRC, saliva per la prima volta a bordo della Hyundai i20 R5, condivisa con Mattia Bartolucci e messa a disposizione da Bernini Rally. L'appuntamento cuneese, dallo spiccato accento mondiale vista la partecipazione in forze del team Hyundai ufficiale, con il campione del mondo in carica Tanak e con Neuville sulle WRC Plus, si rivelava ostico per il foggiano già durante le prime battute dello shakedown.

“Il caldo era davvero insopportabile” – racconta Santoro – “e già nello shakedown non riuscivo a trovare il giusto equilibrio a livello fisico. Abbiamo affrontato qualche giro, sperando che la situazione potesse migliorare, ma, purtroppo, non è stato così. Onestamente non sapevo cosa fare perchè non volevo deludere la scuderia Top Drivers, il team Bernini Rally e tutti i partners che avevano riposto in me la loro fiducia. Ci ho provato ed ho cercato di prendere il via.”

L'indomani la situazione non migliorava e Santoro si vedeva costretto a rinunciare. “La delusione è davvero tanta” – aggiunge Santoro – “ma non me la sono proprio sentita di partire perchè le mie condizioni fisiche erano davvero precarie. Non riuscivo a gestire tutto quel caldo e così, di comune accordo con il team e la scuderia, abbiamo deciso di ritirarci.”

Gli fa eco Ferdinando Serafino, presidente della neonata scuderia modenese Top Drivers. “Ci dispiace davvero molto per Massimiliano” – sottolinea Serafino – “ma con la salute non si può scherzare. Ad Alba faceva davvero molto caldo e correre quando non si è al massimo della forma fisica può essere molto pericoloso. Un debutto non certo dei più felici, rispetto alle aspettative che nutrivamo per un palcoscenico così prestigioso come quello di Alba, ma guardiamo avanti con sano ottimismo. Siamo certi che Santoro potrà presto tornare in gara.”

Un ritorno che potrebbe presto concretizzarsi, i prossimi 5 e 6 di Settembre, con il Rally Porta del Gargano, la gara di casa che potrebbe rivelarsi la giusta occasione di rilancio per Santoro. “Ad inizio Settembre ci sarà il Rally Porta del Gargano” – conclude Santoro – “e sarà la nostra gara di casa. Manca un mese a quell'appuntamento e cercherò di prepararmi nel miglior modo possibile per poter ben figurare. Ci tengo a ripagare la fiducia che Top Drivers e Bernini Rally hanno riposto in me ad Alba e quale occasione migliore per farlo se non la mia gara di casa.”

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Emilia-Romagna verso il ritorno in zona gialla, "Ma evitiamo terza ondata"

  • Addio a Benny, l'imprenditore dei bar modenesi

  • Coronavirus, 2.533 nuovi positivi in regione. A Modena un nuovo picco

  • Carpi, presentata istanza di fallimento per la Arbos

  • Coronavirus, curva in flessione per la prima volta. Modena ancora al vertice

  • Contagio a Modena, 573 nuovi casi e 7 decessi. Ricoveri stabili

Torna su
ModenaToday è in caricamento