Farmacisti ai tempi del COVID19: la fase due vista da dietro il bancone

Impressioni, consigli e vita quotidiana nelle farmacie del territorio, al servizio della persona

Fine del lockdown e via alla cosidetta Fase 2. Con la graduale riapertura delle attività commerciali e il recupero di alcune libertà e consuetudini a cui avevamo rinunciato, si comincia a respirare aria di normalità, anche se il virus è ancora lì e ci costringe ad agire di conseguenza.

Ci sono attività però che non hanno mai chiuso, né interrotto la propria fondamentale relazione diretta con il pubblico: sono le farmacie. Punti di riferimento certi sul territorio, oggi importanti più che mai, hanno continuato a garantire, in un momento di grande incertezza e smarrimento come quello del lockdown, la propria competenza, affidabilità e professionalità.

E allora, se per noialtri tutto è cambiato e tutto è ancora in continua evoluzione, la Fase 2 vista da dietro il bancone del farmacista si è rivelata un po' diversa. Lo spiega molto chiaramente il dott. Giuseppe Masini, titolare della storica farmacia di Piumazzo, frazione di Castelfranco Emilia, facente parte dell'associazione sindacale Federfarma Modena, che riunisce i titolari di farmacia del modenese: "Nelle farmacie è cambiato poco o nulla: sin dai primi giorni di emergenza ci siamo adoperati per tutelare dipendenti, collaboratori e utenti e tutt’ora manteniamo l’utilizzo degli stessi strumenti di protezione: guanti, mascherine, paraschizzi, separatori in plexiglass, segnaletica, dispenser di gel disinfettante all’ingresso e al bancone. Ed ogni giorno proseguiamo nella sanificazione degli ambienti."

Continuare a dare il buon esempio, quindi, è la parola d'ordine per le farmacie anche in questa nuova fase, tutelando operatori e utenti con misure e dispositivi di sicurezza a cui ormai siamo tutti abituati. In secondo luogo, continuare da un lato a rassicurare e informare il pubblico sul tema e dall'altro a sensibilizzarlo sulla necessità di mantenere comunque alto il livello di guardia, secondo le indicazioni del governo. Questo perché il farmacista svolge il ruolo di persona di fiducia sul territorio, nel paese o nel quartiere. La sua professionalità e la sua umanità hanno il potere di tradursi in affidabilità e in fiducia da parte dell'utente.

"Lo riscontriamo nella riconoscenza della nostra gente verso la categoria cui appartengo e cui sono orgoglioso di appartenere", spiega ancora il dott. Masini, che si sorprende quando i suoi concittadini si rivolgono a lui, anche fuori dal contesto della farmacia, per chiedere "Quando crede che finirà? Quando arriverà il vaccino?". Domande queste che, se da un lato dimostrano il bisogno delle persone di affidarsi anche in questa fase al conforto di qualcuno, dall'altro palesano la fiducia data a quella figura specifica, ritenuta in grado di avere sempre la risposta a tutti i problemi, anche quando, purtroppo, la risposta ancora non esiste.

Le stesse farmacie del modenese, infatti, si rivolgono a propria volta a qualcuno di fiducia: Federfarma Modena. L'associazione è rimasta, e continua a rimanere, al fianco dei farmacisti suoi associati supportandoli a livello lavorativo ed emotivo in questi momenti di lavoro spesso frenetico, garantendo loro mezzi, strumenti e informazioni sempre aggiornate, necessarie per migliorare il servizio e la vita delle persone.

Nessuno sa cosa succederà o quando si troverà un vaccino, nemmeno i farmacisti, tanto che, come conferma il dott. Masini, "la straordinarietà della situazione che ci siamo trovati ad affrontare ha creato non pochi problemi anche nell'individuazione delle risposte e delle soluzioni. Seguendo le regole supereremo anche la Fase 2 e quelle successive."

In Evidenza

I più letti della settimana

  • Scomparsa dopo la scuola, ritrovata a Pavia la 16enne di Sassuolo

  • Covid, positività in 13 scuole modenesi. Nuovo caso al "Fermi"

  • L'auto si schianta contro una casa, 20enne muore sul colpo

  • Gli eventi da non perdere nel weekend a Modena e provincia

  • Contagio, 12 casi nel modenese. Nessun rientro dall'estero

  • Investe un ciclista e fugge, caccia ad un'auto-pirata a Vignola

Torna su
ModenaToday è in caricamento