La banca sostiene la ricerca: serve un super-calcolatore per analizzare i dati sul COVID-19

Come superare la crisi sanitaria grazie alla proficua collaborazione tra banche e università

Nell'emergenza, si sa, ognuno si affida a ciò che gli dà più sicurezza. C'è chi si rifugia negli affetti e chi, come medici e scienziati, crede nella scienza, impegnandosi nella ricerca di una cura efficace per il virus che ha colpito l'Italia e il mondo intero.

E poi... ci sono le banche che, dal canto loro, hanno sempre fatto affidamento sul denaro. E allora, sarà proprio su questo che esse dovranno orientare il proprio sostegno, la solidarietà, il contributo necessario in questo momento di bisogno collettivo. Perché, per una volta, non dovranno guardare all'utile d'azienda, ma dovranno aprire i propri caveau alla comunità e al territorio. Per una banca popolare come SANFELICE 1893, questo non è un problema, in quanto il territorio (emiliano, in questo caso) è sempre stato un punto fermo, qualcosa da tutelare e aiutare nello sviluppo, con azioni concrete che portassero reali benefici alla collettività.

Non è difficile credere, dunque, che SANFELICE 1893 Banca Popolare abbia attivato misure preventive per favorire al massimo chi quel territorio lo vive, spesso insieme a lei. Sono diverse le iniziative intraprese dalla banca per fronteggiare il periodo di emergenza e chi ne potrà beneficiare non sono solo i clienti, privati o aziende, che alla banca hanno sempre dato fiducia, ma ne trarremo vantaggio e speranza tutti noi.

SANFELICE 1893 Banca Popolare ha, infatti, deciso di sostenere innanzitutto la ricerca scientifica sul COVID-19, donando fondi al Dipartimento di Scienze e Chirurgiche materno-infantili e dell'adulto dell'Università di Modena e Reggio Emilia (UNIMORE) e affiancando, in tal modo, il gruppo di ricerca dedicato alla patologia guidato dal professor Andrea Cossarizza. Il contributo della banca servirà ad acquistare un "super calcolatore" da utilizzare per l'elaborazione e l'analisi dei dati raccolti dal team sul COVID-19, nell'ottica di una pronta risoluzione dell'emergenza.

A questa iniziativa si aggiunge l'ulteriore contributo attivato a supporto della Croce Blu di San Felice sul Panaro, Medolla e Massa Finalese, per l'acquisto dei dispositivi di protezione utilizzati quotidianamente dal personale volontario che è impegnato senza sosta nel trasferimento degli ammalati della "Bassa Modenese".

Il messaggio di SANFELICE 1893 Banca Popolare è dunque chiaro: "Vicini al territorio, ora più che mai!". Un messaggio concreto di solidarietà e appartenenza, che si è palesato anche nella scelta di illuminare, con i colori della bandiera italiana, la sede della direzione generale di Piazza Matteotti. Insomma, restare uniti è la parola d'ordine in un frangente così difficile.

Tali iniziative sono state il logico passo successivo di un percorso partito, ovviamente, dalla tutela dei propri clienti, a sostegno dei quali erano già stati attivati provvedimenti economici ad hoc per affrontare la situazione emergenziale.

A cominciare da un plafond di finanziamenti di 20 milioni di euro destinato a sostenere le imprese per la gestione del circolante e delle esigenze di breve periodo. Finanziamenti, garantiti dal Fondo nazionale di garanzia, di massimo 18 mesi con tassi agevolati, nessuna spesa d'istruttoria e di incasso rata e nessuna penale in caso di eventuale estinzione anticipata.

Sempre nell'ottica di sostenere le aziende, la banca ha previsto la possibilità di sospendere le rate dei finanziamenti già in essere. Tale opportunità è stata allargata anche alle persone fisiche, nel caso abbiano un datore di lavoro impossibilitato ad accedere ai benefici degli ammortizzatori sociali.

Sul sito della banca è stato poi predisposto uno spazio dedicato alle Misure di prevenzione COVID-19 Coronavirus in cui vengono inserite in tempo reale tutte le comunicazioni sull'attuale stato emergenziale destinate ai clienti. Attualmente, le indicazioni di SANFELICE 1893 Banca Popolare sono le seguenti:

  • Filiali aperte al pubblico solo al mattino, a giorni alterni, esclusivamente per operazioni di reale urgenza e importanza
  • Filiali comunque disponibili telefonicamente, dal lunedì al venerdì, per il servizio di consulenza
  • L'85% del personale degli uffici centrali lavora in smart-working, mantenendo elevati protocolli di sicurezza dei dati sensibili, per garantire la continuità operativa
  • E' stato creato un team dedicato alle misure di sostegno per il territorio, che si occupa, tra le altre cose, di sospendere i mutui in essere, attivare i finanziamenti agevolati per le aziende in difficoltà, gestire i servizi di pagamento “a distanza” e occuparsi degli anticipi di cassa integrazione per i lavoratori in difficoltà
  • Nessun addebito di commissioni per i bonifici effettuati dai clienti per donazioni

Soluzioni di buon senso e solidali, dunque, quelle adottate da SANFELICE 1893 Banca Popolare, che garantiscono la piena continuità operativa dei servizi e sostengono la ricerca scientifica, la salute dei cittadini e il benessere del territorio.

In Evidenza

I più letti della settimana

  • Covid. Studenti positivi in quattro scuole di Modena e in una di Carpi

  • Focolaio in un bar di Carpi, l'Ausl invita gli avventori a fare il tampone

  • Scomparsa dopo la scuola, si cerca una 16enne di Sassuolo

  • Altri quattro casi nelle scuole. Classi in isolamento a Modena, Carpi e Castelfranco

  • Vintage e Second Hand | 4 negozi di pezzi d'abbigliamento unici e pregiati a Modena

  • Covid, positività in 13 scuole modenesi. Nuovo caso al "Fermi"

Torna su
ModenaToday è in caricamento