rotate-mobile
Politica

Cispadana, non si ferma lo scontro tra Pd e M5S

M5S: "stop alla Cispadana, troppi rischi di infiltrazione mafiosa". Pd: "È arrivata l'ora di accelerare."

È scontro ormai tra Pd e M5S sulla autostrada Cispadana. Da una parte i democratici che pretendono un’accelerata sul fronte Cispadana al fine di rendere concreta un’opera ormai in cantiere da anni e mai messa in pratica. Così intervengono i rappresentanti modenesi del Pd Baruffi, Ghizzoni e Vaccari: “sono stati chiesti i consensi ai cittadini in modo aperto. Non sarà certo chi le elezioni le ha sempre perse a poter impedirne la realizzazione “. Dall’altra parte invece ci sono i pentastellati Di Battista, dell’Orco, Ferraresi, Sarti, Montevecchi e Gibertoni che sostengono che l’opera vada interrotta perché prima sono necessarie leggi anticorruzione, sugli eco-reati e leggi antimafia relative al gioco d’azzardo in particolare.

Le ragioni che spingono i rappresentanti in Parlamento del Movimento 5 Stelle a sostenere sia necessario bloccare i lavori è il forte rischio una contaminazione mafiosa all’interno dei lavori, quindi sono necessarie altre riforme prima di procedere alla costruzione della Cispadana.

Così si sono espressi i parlamentari del Movimento 5 Stelle Alessandro Di Battista, Michele Dell'Orco,  Vittoria Ferraresi, Giulia Sarti, Michela Montevecchi e la consigliera regionale Giulia Gibertoni con il gruppo consiliare del M5S al completo in conferenza stampa a Modena: "L'emergenza infiltrazioni è massima. Non solo dalla 'ndrangheta ma anche da parte dei casalesi e mafia. Servono misure radicali. Fermiamo la Cispadana in attesa di chiarire ogni possibile legame e approviamo subito in parlamento proposte concrete. Da una nuova legge anti-corruzione, a quella sugli eco-reati in via d'arrivo al Senato, a norme per colpire il riciclaggio tramite le Vlt e contro il gioco d'azzardo fino a norme per limitare l'autocerticazione dei certificati antimafia e per riservare più risorse a forze dell'ordine e magistratura".

I rappresentanti del pd rispondono così alle dichiarazione dei colleghi del movimento: "Le motivazioni addotte dal collega 5 stelle Dell’Orco per fermare l’opera, francamente, ci sembrano affastellate e contraddittorie. Mescola cose diverse che nulla c'entrano tra di loro: parla di accertamenti giudiziari su questioni del tutto estranee alla Cispadana e poi rilancia sul rapporto costi/benefici dell'opera. Per favore, guardiamo ai fatti: la modalità di affidamento della Cispadana è stata pienamente rispettosa delle leggi nazionali e comunitarie."

Sembra quindi questa una situazione di pieno e irrisolvibile stallo, ma d’altro canto questo non stupirà i cittadini dal momento che ormai lo stallo di quest’opera va avanti da anni e non si è mai visto uno sbocco concreto.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cispadana, non si ferma lo scontro tra Pd e M5S

ModenaToday è in caricamento