rotate-mobile
Politica

Accordo Ferrari, il ringraziamento di Pighi: "Garanzie per il futuro del Mef"

Il sindaco di Modena commenta soddisfatto il via libera alla nuova gestione del museo dal 1 gennaio 2014. Il ringraziamento al presidente dimissionario Tedeschini

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di ModenaToday

“L’accordo con Ferrari spa per la gestione del Mef rappresenta il compimento di un obiettivo perseguito fin dall’avvio del progetto e mette in sicurezza il futuro del Museo dedicato a Enzo Ferrari”. È il commento del sindaco di Modena Giorgio Pighi alla decisione del Consiglio generale della Fondazione Casa natale Enzo Ferrari che, come aveva già fatto il consiglio di amministrazione, ha dato il via libera all’affidamento della gestione dal 1 gennaio 2014, per sei anni rinnovabili per altri sei, alla scuderia del Cavallino che gestisce già il Museo Ferrari di Maranello.

“Una migliore integrazione tra le due strutture – precisa il sindaco Pighi – è sicuramente un elemento di forza di questo accordo, che ha come punto qualificante, comunque, l’impegno diretto dell’azienda, tra i soci fondatori della Casa natale, nella gestione, nella promozione e nei progetti di sviluppo del Mef, con ben due milioni e mezzo di euro di investimenti programmati per i prossimi tre anni”. I termini dell’accordo, infatti, prevedono sia un canone di gestione annuo di 150 mila euro (più il 15 per cento dell’utile per la cifra superiore ai 150 mila euro) sia investimenti per l’organizzazione delle mostre, gli allestimenti e la promozione. E per tutto il periodo della gestione, Ferrari spa assumerà anche la responsabilità della manutenzione ordinaria e straordinaria, fatto salvo le questioni di natura strutturale, del complesso museale.

“A carico del pubblico, quindi, rimangono gli oneri derivati dall’essere proprietari della struttura – commenta il sindaco Pighi – mentre rispetto alla Fondazione dovrà esserne ridefinito il ruolo, meno impegnato nella gestione e più orientato sulla valorizzazione della tradizione motoristica modenese”. Al nuovo gestore, il sindaco Pighi chiede anche un impegno specifico “per sviluppare ulteriormente i progetti dedicati alla didattica che hanno permesso di far conoscere e apprezzare a migliaia di studenti sia la storia del Drake sia il fascino delle vicende che hanno contributo a creare il mito della terra della meccanica e dei motori”. Nel ringraziare il presidente della Fondazione dimissionario Mauro Tedeschini per “l’impegno e la passione dimostrata in questi anni”, il sindaco Pighi sottolinea come “la conclusione dell’accordo con Ferrari spa sia stata resa possibile anche dai buoni risultati ottenuti dal Mef in termini di visitatori nel corso di quest’anno, dopo le difficoltà della fase iniziale, complicata anche dal terremoto, e ancora prima il difficile periodo della realizzazione del progetto”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Accordo Ferrari, il ringraziamento di Pighi: "Garanzie per il futuro del Mef"

ModenaToday è in caricamento