Acqua colorata dai rubinetti dell'ospedale di Baggiovara, FdI denuncia. L'AOU: "Potabile e sicura"

Il consigliere regionale Michele Barcaiuolo sollecita iterventi per porre fine al problema che si ripresenta dal 2014. La Direzione Sanitaria: "Caso isolato, situazione monitorata"

“Dai rubinetti dell’Ospedale di Baggiovara continua a uscire acqua color ruggine. Cosa si aspetta ad intervenire?” Se lo chiede il Consigliere di Fratelli d’Italia in Regione Michele Barcaiuolo, facendo seguito ad alcune segnalazioni di operatori.

“I nostri sanitari sono da mesi coinvolti in estenuanti turni di lavoro, spesso doppi, a causa dell’emergenza Coronavirus. Trovo sacrosanta la possibilità che si possano almeno fare una doccia a fine servizio. Purtroppo però tale possibilità è negata dalla colorazione rossastra che da anni assume l’acqua calda che fuoriesce da cornette delle docce e rubinetti. Ciò accade di norma in strutture abbastanza vecchie, ma questo non sarebbe il caso dell’Ospedale di Baggiovara, inaugurato solamente nel 2005".

Il consigliere regionale ha sottolineato come la ragione di questa colorazione avrebbe origine nel 2014, quando, a seguito di un’epidemia interna di Legionellosi trasmessa dalle tubature del nosocomio, si era deciso di procedere con una iperclorazione dell’acqua. “L’AUSL faccia chiarezza e tuteli tutti i sanitari e i pazienti che si trovano all’interno della struttura ospedaliera”, è stato l'appello del consigliere modenese. 

Appello a cui ha risposto a stretto giro la Direzione dell’Azienda Ospedaliero-Universitaria di Modena, che ha confermato: "Il problema segnalato si riscontra a volte sull’acqua calda ed è legato al trattamento con biossido di cloro nell’ambito del Programma di Prevenzione della Legionella. Può accadere, in modo isolato, che dalle tubature così trattate, a seguito di temporaneo non utilizzo legato a condizioni organizzative – come ad esempio una riduzione di attività in determinati momenti dell’anno o per fattori esterni come capitato nel periodo dell’emergenza COVID - alla prima apertura di un terminale esca acqua ferruginosa, che riacquista limpidezza con il flussaggio prolungato".

L’Azienda fa sapere di essere  impegnata in monitoraggi periodici riguardanti le caratteristiche microbiologiche e la potabilità dell’acqua, che hanno sempre restituito risultati di conformità con i parametri previsti. Dal 2018 un programma di progressiva sostituzione delle tubature all’Ospedale Civile.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Addio a Benny, l'imprenditore dei bar modenesi

  • Bonaccini annuncia: "Torneremo zona gialla, ma fra una settimana"

  • Nuova ordinanza regionale, riaprono i negozi di piccole e medie dimensioni

  • Coronavirus, casi stabili in regione. A Modena un nuovo picco

  • Coronavirus, scendono i casi attivi e i ricoveri in regione. Modena conferma il calo

  • Coronavirus. In regione il 13,8% dei tamponi è positivo. Modena resta la peggiore per nuovi contagi

Torna su
ModenaToday è in caricamento