Immigrato positivo al Posto integrato di polizia, la Lega all'attacco

Uffici chiusi in viale Molza. Critiche alla gestione dell'immigrazione da parte del Carroccio

La Lega nuovamente all'attacco sul tema dell'immigrazione dopo la notizia - pubblicata stamane dal quotidiano online La Pressa - secondo la quale due agenti della Polizia Locale sarebbero stati posti in isolamento dopo il contatto con uno straniero positivo al Covid-19, che sarebbe transitato dai locali del Posto Integrato di Polizia per un controllo. Oggi l'ufficio di viale Molza è rimasto chiuso al pubblico e i cittadini rimandati al comando di via Galilei.

"Si è materializzato esattamente quanto avevamo pronosticato - sostiene Davide Romani, referente provinciale della Lega Salvini Premier - i modenesi sono esposti a contagio a causa degli stranieri sempre più numerosi, e dediti all’illegalità, sul nostro territorio. Ecco il risultato degli sbarchi incontrollati, i cui effetti saranno ancora più evidenti con lo smantellamento dei decreti Salvini.  Modena non merita questo malgoverno nazionale e locale e tutti i pericoli che comporta anche per la salute.  Massima solidarietà ai due agenti ora in quarantena e alle forze dell'ordine tutte, che, a causa di una politica miope che favorisce l'importazione del virus, sono sottoposti a un altissimo rischio.
Ciò che è accaduto e sta accadendo è uno sfregio ai cittadini, che stanno già pagando un prezzo molto elevato alla pandemia". 

"Ancora una volta - afferma Alberto Bosi, capogruppo consiliare Lega Modena - la politica buonista del PD sull'immigrazione provoca danni ai cittadini modenesi e non risolve i problemi degli immigrati stessi. Piena solidarietà e un ringraziamento sincero ai poliziotti coinvolti, che rischiano il contagio per avere fatto il loro dovere, e ai cittadini che si vedono chiudere un presidio fondamentale per la sicurezza del centro storico".

Anche il senatore modenese del Carroccio Stefano Corti attacca: "Il possibile contagio di alcuni agenti della polizia locale, intervenuti in pieno centro a Modena per controllare le generalità di un immigrato positivo al Covid, è la dimostrazione delle fallimentari politiche sulla immigrazione del Pd. La evidente impossibilità di tracciare i contatti dei clandestini moltiplica esponenzialmente il rischio contagio, il risultato è la quarantena obbligatoria per alcuni agenti e la chiusura del posto integrato di polizia locale di Modena".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, 2.533 nuovi positivi in regione. A Modena un nuovo picco

  • Emilia-Romagna verso il ritorno in zona gialla, "Ma evitiamo terza ondata"

  • Coronavirus, si conferma il calo in regione. Ma anche oggi 50 decessi

  • Rallentano contagio e ricoveri in provincia di Modena. 11 decessi

  • Covid. Contagi stabili in regione, ma record di decessi. Modena scende

  • Contagio a Modena, 573 nuovi casi e 7 decessi. Ricoveri stabili

Torna su
ModenaToday è in caricamento