rotate-mobile
Mercoledì, 1 Dicembre 2021
Politica

Famiglie bloccate in Colombia, Aimi (FI): "Ministero organizzi un volo di Protezione Civile"

Il senatore interviene sul caso della famiglie modenesi (e non solo) impossibilitate a rientrare in Italia dal paese sudamericano dove si sono recate per adottare i bambini: "Incompetenza e incapacità politica nel gestire una situazione prevedibile"

Diverse famiglie italiane, tra cui due modenesi, si trovano in Colombia per motivi di adozione, impossibilitate a rientrare in Italia. Un caso che è stato ripreso oggi dal senatore modenese e capogruppo in Commissione Affari Esteri Enrico Aimi (Forza Italia).

"Ad oggi -s piega Aimi - sono ancora 7.000 gli italiani bloccati all’estero che trovano enormi difficoltà a rientrare. Infatti, trovare un volo per fare rientro in Patria sta diventando un calvario. Quando dalla Colombia sono riusciti a mettersi in contatto con qualcuno, nessuno ha saputo dare loro delle risposte chiare. Sui voli commerciali stanno elemosinando un posto per loro, altri voli costano circa 1000 euro a persona fino ad Amsterdam senza certezza su come proseguire per l’Italia. Sugli altri voli pieni di europei, si prova a cercare qualche posto per gli italiani. Insomma, che il nostro Governo non abbia la minima idea di come far rientrare queste persone, partite per la Colombia per motivi di assoluta urgenza, è davvero allucinante".

Il senatore spiega dunque che si attiverà con una interrogazione al Ministro degli Esteri per chiedere che sia organizzato un volo della Protezione civile che li riporti a casa gratuitamente: "Ma qui è evidente che siamo di fronte a incompetenza e incapacità politica nel gestire una situazione che era fin troppo prevedibile".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Famiglie bloccate in Colombia, Aimi (FI): "Ministero organizzi un volo di Protezione Civile"

ModenaToday è in caricamento