Alessandra Filippi in Giunta, assessorato per l'ex presidente di Legambiente

Scelta inaspettata e controcorrente del sindaco Muzzarelli, che dopo le dimissioni di Giacobazzi affida all'ambientalista le delghe ad ambiente e mobilità sostenibile. Si rafforza il ruolo di Guerzoni

Cambia l'assetto della Giunta Muzzarelli a seguito delle dimissioni di Gabriele Giacobazzi e lo fa in modo forse inaspettato. E' infatti Alessandra Filippi, architetto ed ex presidente del circolo modenese di Legambiente, il nuovo assessore con deleghe all'Ambiente e alla Mobilità Sostenibile. Una scelta che nessun commentatore aveva pronosticato, che aggiunge così un volto femminile per il rispetto delle quote rosa interne alla Giunta, ma che ha un significato particolare soprattutto dal punto di vista politico.

All'ingresso della Filippi corrisponde anche un rimescolamento delle deleghe, con un ruolo sempre più rilevante per l'asessore Giulio Guerzoni, che ora si occuperà anche di Lavori Pubblici, Patrimonio e Infrastrutture, manenendo al contempo le deleghe a Sport, Sicurezza del territorio e Protezione Civile. Passa invece ad Irene Guadagnini la parte relativa al Volontariato.

Il sindaco Muzzarelli - dopo aver ringraziato più volte Giacobazzi per il lavoro di questi quattro anni - ha sottolineato coma la scelta della Filippi "raffozi l'asse della sostenibilità di un lavoro della giunta che prosegue all'insegna del programma della maggioranza votato dagli elettori e del Patto per la Crescita sostenibile, intelligente ed esclusiva sottoscritto dal mondo economico, sociale e del terzo settore". Ha poi ribadito l'impegno dell'Amministrazione a puntare sull'aumento del verde pubblico, dei boschi urbani e della riduzione delle previsioni edificatorie, fissando nella "Diagonale" di Modena Ovest il prossimo grande progetto urbanistico in agenda. 

Colpisce sicuramente il fatto che Alessandra Filippi abbia accettato l'incarico in un contesto rispetto al quale, da presidente di Legambiente, ha sempre espresso forti criticità, in particolare sui grandi progetti urbanistici e infrastrutturali. "La proposta è stata inaspettata - ha sottolineato - anche perchè mai avevo valutato un ruolo di questo tipo finora. Credo che sia un riconoscimento anche alla mia associazione, un apprezzamento alle modalità di confronto mantenute in questi 10 anni. Il mio contributo andrà nella direzione più "ambientalista" possibile. Certo, un anno di tempo è poco, ma è un anno importante per la definizione del futuro assetto urbanistico della città".

Come conciliare dunque le idee contrastanti tra il neo-assessore e la linea politica della maggioranza su grandi temi come la Bretella Campogalliano-Sassuolo, il comparto Vaciglio-Morane o la gestione del treno Gigetto? "Questo incarico non mi toglie autonomia di pensiero - ha sottolineato Filippi - Sarà un'occasione importante di confronto".

Alessandra FIlippi si è laureata in Architettura a Firenze dopo aver studiato al liceo classico Allegretti di Vignola. Vive a Modena con il compagno e il figlio adolescente. Socia dal 1999 di una società di ingegneria, dove lavora alla progettazione architettonica, impiantistica e di processo di edifici civili e industriali, ha accompagnato l'attività professionale con l'impegno in Legambiente, di cui è anche componente del direttivo Nazionale. Ha fatto parte anche del consiglio di amministrazione dell'Agenzia per l'energia e lo sviluppo sostenibile di Modena.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Indagine sui prezzi nei supermercati: Esselunga e Coop si dividono la spesa online

  • Secchia e Panaro in piena, i ponti restano chiusi. Si contano i danni per gli allagamenti

  • Niente comizio in centro per Salvini. E le "sardine" si spostano in Piazza Grande

  • Il Panaro raggiunge livelli ciritici, chiude via Emilia. La situazione della viabilità

  • Salvini arriva a Modena, Anche sotto la Ghirlandina scatta la mobilitazione delle "sardine"

  • L'acqua filtra nelle cisterne, automobilisti in panne al distributore

Torna su
ModenaToday è in caricamento