rotate-mobile
Martedì, 9 Agosto 2022
Politica Mirandola / Via Antonio Fogazzaro

Ospedale di Mirandola allagato, il centrodestra porta il caso in Regione e Provincia

Le piogge hanno messo a dura prova la struttura ospedaliera della bassa, già martoriata dal terremoto. Leoni e Ghelfi (PdL) chiedono spiegazioni alle Istituzioni

Il 20 aprile scorso, a seguito di un nuovo acquazzone, l'ospedale Santa Maria Bianca di Mirandola ha accusato nuovi problemi strutturali. Dopo il terremoto, questa volta è toccato all'acqua. Allagamenti e infiltrazioni hanno costretto gli operatori della struttura a tamponare come meglio potevano la situazione: non solo infatti il cortile di fronte all'ingresso, ma anche il Laboratorio Analisi e il reparto di degenza dell'Area Chirurgica sono finiti sott'acqua.

Il caso, è stato sollevato dai consiglieri del PdL Andrea Leoni e Luca Ghelfi, che hanno interrogato sull'accaduto le Istituzioni di appartenenza. “Sono anni che, con preoccupante ricorrenza, si verificano fatti analoghi che hanno arrecato gravi danni all’immobile ospedaliero riportando una evidente carenza strutturale rispetto ai fenomeni atmosferici – ha spiegato Andrea Leoni, che ha interrogato l'esecutivo regionale chiedendo “come intenda giustificare il ripetersi dei continui allagamenti nell’ospedale Santa Maria Bianca, quali iniziative intende assumere al fine di bonificare e ristrutturare la struttura e quanti soldi pubblici, nel corso degli ultimi quindici anni, sono stati spesi per evitare le problematiche legate alle condizioni atmosferiche”.

“La situazione dell’ospedale Santa Maria Bianca di Mirandola – ha commentato invece il consigliere provinciale Luca Ghelfi – è nota da anni: infiltrazioni d’acqua, e pannelli cadenti. Basta un acquazzone primaverile e le condizioni lavorative degli operatori diventano difficoltose fra secchi per raccogliere l’acqua, e soffitti che in alcuni punti, cadono. Per questo motivo ho depositato oggi un’interpellanza in Provincia, per conoscere entità dei danni, e prospettive di risoluzione di una difficoltà di vecchia data, che oggi si ripropone, in una zona già martoriata dal terremoto e che avrebbe bisogno di certezze: un ospedale efficiente anche se piove è una di queste”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ospedale di Mirandola allagato, il centrodestra porta il caso in Regione e Provincia

ModenaToday è in caricamento