rotate-mobile
Domenica, 22 Maggio 2022
Politica

Alluvione Modena, la Giunta relaziona in Consiglio Regionale

Palma Costi, presidente dell'Assemblea legislativa: "Doveroso stare vicino ai cittadini colpiti, così come stiamo facendo, e farlo in maniera efficace"

Martedì prossimo, 28 gennaio, la Giunta regionale svolgerà una relazione in Assemblea legislativa sull’alluvione che ha colpito il modenese. La comunicazione è al primo punto dell’ordine del giorno della seduta assembleare approvato oggi dalla Conferenza dei presidenti dei Gruppi e dall’Ufficio di Presidenza, riuniti per la convocazione dell’Aula.

“Va compresa l’esasperazione delle persone, di famiglie e imprenditori colpiti così drammaticamente per la seconda volta dopo il terremoto e in tempi tanto ravvicinati - afferma la presidente dell’Assemblea legislativa, Palma Costi, che proviene dalle aree alluvionate - Amministratori locali, strutture tecniche, volontari, con il coordinamento istituzionale della Regione, stanno facendo tutto il possibile per fronteggiare l’emergenza, limitare al massimo i danni ed evitare che quanto successo si ripeta. Il ripristino dell’argine che ha ceduto, l’assistenza agli sfollati, il lavoro già avviato dal presidente della Regione, Errani, sia per accertare le cause dell’esondazione del Secchia sia, soprattutto, per garantire i legittimi risarcimenti a tutti coloro che sono stati danneggiati, attraverso un’azione diretta nei confronti del Governo e del Parlamento nazionali: credo, ribadisco, che si stia facendo tutto il possibile”.

“E’ doveroso stare vicino ai cittadini colpiti, così come stiamo facendo, e farlo in maniera efficace - chiude Costi- così come va riconosciuto l’impegno dei sindaci, nell’ambito del coordinamento istituzionale con Regione e Provincia di Modena: sindaci ancora una volta chiamati in prima linea e ancora una volta capaci di una forza di volontà e di un impegno encomiabili”.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Alluvione Modena, la Giunta relaziona in Consiglio Regionale

ModenaToday è in caricamento