rotate-mobile
Sabato, 21 Maggio 2022
Politica

Decentramento, riaprirà lo sportello Anagrafe in via don Minzoni

L’assessora Lucà Morandi ha risposto all’interrogazione di Bergonzoni (Pd): “Nel rafforzamento delle sedi decentrate anche la riapertura dell’Anagrafe nel Quartiere 3”

Inviare segnalazioni al Comune di Modena e interagire sempre in modo più efficace col “contact center” anche attraverso postazioni tecnologiche per comunicare con gli operatori tramite videochiamata. Sarà possibile nei primi mesi del prossimo anno, al termine della sperimentazione che si svolge in alcune sedi decentrate dell’Amministrazione, come ha annunciato l’assessora ai Quartieri e alla Partecipazione Anna Maria Lucà Morandi rispondendo, nella seduta di giovedì 16 dicembre del Consiglio comunale, all’interrogazione di Mara Bergonzoni (Pd) incentrata sull’attività dei Quartieri.

La sperimentazione consentirà di testare funzionalità hardware e software e definire così la nuova attività che sarà strutturata, mentre nell’ambito del rafforzamento dei servizi erogati dai Quartieri, nel Q3 è prevista la riapertura dello sportello Anagrafe. L’interrogazione, infatti, si concentrava in particolare sulle funzioni delle sedi comunali decentrate, chiedendo anche aggiornamenti sullo stato delle strutture e delle strumentazioni. E domandava informazioni sui percorsi destinati ai cittadini per inoltrare segnalazioni all’Amministrazione.

Nella risposta, l’assessora Lucà Morandi ha fatto innanzi tutto il punto sull’operatività dei quattro Quartieri presenti a Modena, spiegando che nei prossimi mesi la sede del Q3 tornerà a essere anche centro polifunzionale dell’Amministrazione “con la riapertura della nuova Anagrafe, mentre procedono i lavori di ristrutturazione, e i punti per la registrazione dei cartellini di licenza caccia per tutta la città e per la registrazione dei cartellini pesca per il parco Amendola”. Intanto nel Q4, dopo la cessione degli spazi all’Ausl per via della situazione pandemica, “si stanno definendo gli spazi per l’ufficio del presidente, che attualmente riceve nella sala consiliare in Municipio”. Più in generale, ha spiegato l’assessora, il Comune sta programmando un’azione di sostegno e sviluppo dell’attività dei Quartieri, a partire “dal rafforzamento delle relazioni con le associazioni del territorio” e dal sostegno ai progetti dei cittadini attivi e alla promozione della collaborazione tra residenti e Amministrazione sulla gestione dei beni comuni: “Continueremo a far conoscere e diffondere le attività – ha affermato – e sosterremo la progettualità sviluppata dai cittadini” in attesa del nuovo regolamento dei Quartieri a cui sta lavorando il Consiglio comunale.

L’assessora, quindi, si è concentrata sull’erogazione dei servizi sul territorio, in particolare nelle aree periferiche e nelle frazioni, con modalità innovative, sfruttando le opportunità offerte dalle nuove tecnologie: “Sarà facilitato l’accesso alle prestazioni in maniera semplice, funzionale e sostenibile, anche alla popolazione anziana e straniera”, ha sottolineato. E con le stesse logiche 2.0 si potrà sviluppare ulteriormente il dialogo con i cittadini “consentendo la partecipazione di fasce di popolazione altrimenti escluse”.

I canali digitali, ha continuato, costituiscono peraltro uno degli strumenti attraverso cui i residenti, ma anche i consiglieri di Quartieri, possono contattare l’Amministrazione: oltre a recarsi di persona all’Ufficio relazioni col pubblico di piazza Grande e telefonare al “contact center” (059-20311), infatti, si può contattare l’Urp pure via mail (piazzagrande@comune.modena.it), inviare segnalazioni via web tramite il sito SegnalaMo (www.comune.modena.it/argomenti/segnala-mo) e utilizzare l’app SegnalaMo per dispositivi Apple e Android. Dall’anno prossimo, appunto, sarà possibile anche videochiamare il “contact center” dell’Ente attraverso le postazioni dedicate: in particolare, è in corso l’individuazione delle sedi che accoglieranno i primi sei “corner”. Dall’1 settembre tutte le segnalazioni ricevute dal Comune “sono gestite tramite il nuovo appalto dei servizi di comunicazione affidato dalla società cooperativa Mediagroup98 – ha chiuso l’assessora – e sono assegnate al settore di riferimento o all’organizzazione che deve intervenire a seconda della tipologia di richiesta”, in maniera da fornire ai cittadini una risposta quanto più precisa possibile.

In replica, la consigliera Bergonzoni ha osservato che “la risposta all’interrogazione, per cui ringrazio l’assessora, ci ha permesso di avere un aggiornamento sulla situazione dei Quartieri”, a partire dal processo “in corso nel Q3”. La consigliera ha auspicato, infine, che il nuovo regolamento dei Quartieri “sia ultimato quanto prima”.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Decentramento, riaprirà lo sportello Anagrafe in via don Minzoni

ModenaToday è in caricamento