Benassati (Lega Moderna): "Ghiaccio ovunque, il centro è paralizzato"

L'attacco del referente centro storico dei modernisti: "Occorre un coordinamento capillareche evidentemente fino ad ora non c'è stato. Quante multe sono state date ai frontisti che non hanno sgomberato?"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di ModenaToday

In centro, è un dato di fatto: molte le strade secondarie ancora piene di neve (di un lastrone di neve ghiacciata), molti anche i parcheggi ancora inservibili, troppi i marciapiedi che per lunghi tratti non sono percorribili. E mentre i negozi gridano i saldi tra i più accattivanti degli ultimi anni, chi abita in centro fa fatica ad arrivare dal fornaio o addirittura anche solo dal medico; figuriamoci come possa arrivare in centro chi viene da fuori le mura. Occorre un coordinamento capillare degli sforzi fisici ed economici di tutti che evidentemente fino ad ora non c'è stato. Quante multe sono state date ai frontisti che non hanno sgomberato? E dove non ci sono i “frontisti”, lunghi i tratti di marciapiedi ghiacciati e i pedoni che si spostano ai margini delle strade pure scivolose rischiando di cadere e di essere investiti. E i Vigili di Quartiere ? Non potrebbe essere assegnato a loro il coordinamento capillare strada per strada in situazioni come questa? Come si può accettare una soglia di tolleranza così alta (tolti i divieti di sosta) da parte dell'amministrazione per le violazioni a danno della qualità di vita del centro storico? Come non si può non dedurne la volontà politica di lasciare il centro “indietro”? E come, per fortuna, non si può non apprezzare la buona volontà dei modenesi che con la pala in mano hanno fatto le rotte per potersi muovere in centro senza dover prendere la macchina e correre a fare scorta nei centri commerciali?

Torna su
ModenaToday è in caricamento