rotate-mobile
Politica Castelfranco Emilia

Sanità, la rivoluzione del sistema sanitario affidata ad Antonella Dallari

La nuova direttrice del Distretto Sanitario avrà il compito di proseguire il percorso per la realizzazione della Casa della salute, dell’Ospedale di Comunità e di un Hospice. Confermato l’investimento di 7 milioni di euro che consente di riqualificare il complesso del ‘Regina Margherita’

Importanti novità per il Distretto sanitario di Castelfranco Emilia che comprende 6 comuni con 75mila abitanti, più del 10 per cento della provincia. Dal primo luglio Antonella Dallari sarà la nuova Direttrice, subentrando a Maria Cristina Cocchi. “La dottoressa Dallari è portatrice di competenze che saranno di straordinaria utilità per la piena realizzazione del progetto già avviato in questo territorio” afferma il direttore generale dell’Azienda USL di Modena, Massimo Annicchiarico. “Un progetto che si concretizzerà nella realizzazione a Castelfranco di un modello moderno ed estremamente avanzato di servizi del territorio a livelli diversi di complessità – Casa della Salute, Ospedale di Comunità, Hospice -  intregrati con i percorsi di presa in carico per le patologie croniche così come per la risposta alle urgenze grazie alla rete con il Policlinico di Modena. Nell’augurare buon lavoro alla dottoressa Dallari, colgo l’occasione per rivolgere un ringraziamento alla dottoressa Cocchi per il lavoro svolto con competenza e impegno”.

"Un ringraziamento particolare alla dottoressa Cocchi che ha dato il via al progetto elaborato in questi ultimi anni” afferma il Sindaco di Castelfranco Emilia Stefano Reggianini. “E un benvenuto ad Antonella Dallari. A lei il ringraziamento per aver accettato questa sfida professionale con l’obiettivo comune di concludere questa complessa progettazione sanitaria che interessa il Comune di Castelfranco Emilia e il suo distretto. Una sfida importante che arriva dopo difficili anni di discussione e permetterà ai cittadini di avere servizi innovativi nel panorama regionale, all'interno di questo importante progetto pilota provinciale."
 
Il Distretto di Castelfranco Emilia è oggetto di un piano d’interventi, grazie a importanti finanziamenti, complessivamente 7 milioni e 300 mila euro, che consentiranno di ristrutturare e riqualificare il complesso del ‘Regina Margherita’. Sono già iniziati lo scorso aprile i lavori di adeguamento della struttura alle norme di prevenzione antincendio che adesso riguardano prevalentemente l’area esterna dell’edifico. Questo primo intervento, finanziato con circa 1 milione di euro, sarà concluso a marzo 2016. Un ulteriore intervento, già finanziato con circa 2milioni e 900mila euro, è in fase avanzata di progettazione e riguarda l’adeguamento complessivo della struttura, finalizzato ad aumentare la sicurezza di utenti e personale sempre rispetto alla normativa di prevenzione degli incendi. Il terzo intervento, anche questo in fase di progettazione, prevede invece l’adeguamento degli spazi per accogliere le attività territoriali (Consultorio, Pediatria di Comunità, ambulatorio per vaccinazioni adulti, Psicologia clinica e Centro d’ascolto), la realizzazione dell’Ospedale di Comunità e dell’Hospice, la costituzione del Polo Chirurgico Endoscopico e dell’area destinata alla Medicina di Gruppo. In questo caso l’investimento è di circa 3milioni e 400mila euro.

Oltre agli interventi di tipo strutturale, è già avviata una rimodulazione dell’offerta dei servizi per rispondere meglio ai bisogni di salute della popolazione. I residenti possono contare su un ampiamento ed una qualificazione dell’offerta in diversi ambiti. Un’importante novità è il potenziamento dell'attività di chirurgia ambulatoriale, come la chirurgia della mano, l’artroscopia della spalla e quella vascolare, la dermatologia, l’oculistica e la ginecologia.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sanità, la rivoluzione del sistema sanitario affidata ad Antonella Dallari

ModenaToday è in caricamento