rotate-mobile
Sabato, 13 Aprile 2024
Politica San Cesario sul Panaro

Modena-Castelfranco, 15 km da incubo sulla via Emilia: "Serve una nuova arteria"

La proposta arriva da San Cesario e richiama il collegamento tra la la tangenziale di Castelfranco e la Vignolese, per fornire un'alternativa alla trafficatissima Statale

"Il Ponte di Sant’Ambrogio pieno di crepe, la via Emilia ormai al collasso, ogni mattina centinaia di pendolari impiegano circa un’ora per percorrere quindici chilometri da Castelfranco e Modena". Il gruppo Nuovo San Cesario ha deciso di scrivere a Provincia, Regione e Ministero dei Trasporti affinché venga presa seriamente in considerazione la necessità di realizzare una nuova arteria stradale e un nuovo ponte sul Panaro per collegare la tangenziale di Castelfranco alla Vignolese.

Tale infrastruttura era une delle opere compensative della quarta corsia autostradale, inserita nell’Accordo di programma del 2.12.1999, fra Enti Locali e Società Autostrade (costo previsto circa 17 miliardi di vecchie lire). La previsione venne però abbandonata, a favore del finanziamento del cavalcavia e della circonvallazione di San Cesario.

"Eppure anche la realizzazione di un collegamento fra la via Emilia e la Vignolese rappresenterebbe una soluzione in grado di liberare il centro abitato di San Cesario dal traffico pesante, favorendo i collegamenti con Modena e alleggerendo il carico di veicoli sul Ponte di Sant’Ambrogio - spiega la capogruppo Sabina Piccinini - Da almeno quindici anni, Lapam, Confesercenti e CNA, in occasione delle elezioni Amministrative chiedono la realizzazione di quest’opera ai candidati sindaci. Noi stessi, da diversi anni, ci siamo attivati presso Regione, Provincia e Comune di Castelfranco, ma la risposta è  stata sempre la stessa: “non ci sono soldi”".

Il collegamento diretto fra la zona industriale della Graziosa e, ad esempio, la rotonda di via Macchioni sulla Vignolese coprirebbe una distanza di appena due chilometri. "Proprio non ci sono i soldi per realizzare due chilometri di strada ed un nuovo ponte sul Panaro, quantomai necessario viste le precarie condizioni del Ponte di Sant’Ambrogio? Non dimentichiamo inoltre, che dopo la chiusura notturna del pronto soccorso dell’ospedale di Castelfranco i cittadini sono costretti a recarsi verso gli ospedali della città affrontando code interminabili. Una nuova viabilità di collegamento con Modena è un’opera sempre più urgente, fondamentale per supportare lo sviluppo economico ed industriale di San Cesario e Castelfranco. I due Comuni uniscano realmente le forze, da troppo tempo ormai l’opera diviene importante solo nelle campagne elettorali", chiosa il gruppo della Lista Civica Nuovo San Cesario. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Modena-Castelfranco, 15 km da incubo sulla via Emilia: "Serve una nuova arteria"

ModenaToday è in caricamento