Asili Modena, alla Fondazione quattro scuole con 314 posti

Saluzzo, Fossamonda, Villaggio Artigiano e Malaguzzi passeranno al nuovo organismo, sul cui Statuto il Consiglio comunale potrebbe pronunciarsi già il prossimo lunedì 14 maggio

Adriana Querzè, assessore all'istruzione

Possono ospitare in tutto 314 bambini fra tre e sei anni, seguiti da 26 insegnanti, le quattro scuole d'infanzia comunali che da settembre 2012 passeranno in gestione alla nuova Fondazione di partecipazione governata dal Comune di Modena. Le scuole, la cui scelta è stata ufficializzata dall’assessore all’Istruzione Adriana Querzè martedì 8 maggio in un incontro pubblico con sindacati e genitori, saranno: Saluzzo (via Saluzzo 147), Fossamonda (via Benedetto Marcello 22), Villaggio Artigiano (via Scacciera 111) e Malaguzzi (via Ancona 17). Attualmente vi lavorano in tutto 14 insegnanti di ruolo e 12 insegnanti a tempo determinato.

ASSESSORE - “Sullo Statuto della Fondazione il Consiglio comunale sarà chiamato a pronunciarsi quanto prima, possibilmente già lunedì 14 maggio”, ha affermato l’assessore anticipando anche alcuni dei meccanismi previsti per incentivare la partecipazione delle famiglie: “Sarà il sindaco a nominare il Consiglio di amministrazione, composto da cinque membri. Due di questi, però, saranno scelti su indicazione degli organismi elettivi di rappresentanza dei genitori, in modo da garantire una presenza diretta delle famiglie nelle scelte di gestione amministrativa e strategica che la Fondazione sarà chiamata a fare”.

FONDAZIONE - L'approvazione dello Statuto è il prossimo passaggio necessario per la Costituzione della Fondazione che dal prossimo anno scolastico gestirà una parte dei servizi educativi comunali rivolti ai bambini fra tre e sei anni. In base alle linee di indirizzo già votate dal Consiglio comunale, il Comune è “Fondatore originario” e “in un momento successivo potranno aderire, in qualità di Fondatori Aderenti, altri soggetti, purché esclusivamente pubblici”. Al termine del primo anno è prevista una verifica sui costi di gestione e sulla qualità del servizio e del lavoro, sentendo anche i pareri di genitori e dipendenti. Le ammissioni continueranno a essere definite dal settore Istruzione e le rette saranno uguali a quelle delle scuole comunali. Attualmente il sistema di servizi educativi e scolastici dai 3 ai 6 anni è a gestione mista, così strutturato: 22 scuole d'infanzia comunali, 24 convenzionate (tra queste, anche le scuole cattoliche aderenti alla Fism) e 11 statali, cui si aggiungono quattro scuole in concessione e due in gestione a Fondazioni (derivate dagli ex “Istituti pubblici di assistenza e beneficenza”).

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tavoli pieni e cena regolare nei ristoranti aperti ieri sera contro il Dpcm

  • L'Emilia-Romagna resta arancione, firmato il nuovo Dpcm

  • Coronavirus, percentuale di positivi in crescita. A Modena altro picco

  • Coronavirus, oggi dati in netto calo in Emilia-Romagna. A Modena 203 casi

  • Bozza Dpcm 15 gennaio in arrivo le nuove restizioni. Emilia-Romagna a rischio rosso

  • Polo logistico Amazon a Spilamberto, apertura entro la fine dell'anno

Torna su
ModenaToday è in caricamento