rotate-mobile
Martedì, 17 Maggio 2022
Politica Sacca / Via Alfonso Paltrinieri, 80

Quartiere Sacca, domani assemblea pubblica. Tensione fra Sindaco e Comitato

Mercoledì 2 marzo alla polisportiva di via Paltrinieri riprendono gli appuntamenti, anche sul post-Covid, del percorso “Parliamone insieme” con il sindaco Muzzarelli e la giunta

Si intitola “La Sacca in trasformazione. Dopo l’emergenza Covid si parla di futuro e prospettive per il quartiere” l’assemblea pubblica, promossa dall’Amministrazione comunale e dal Quartiere 2 Crocetta – San Lazzaro – Modena Est, in programma mercoledì 2 marzo, alle 20.30, nella sala ricreativa della Polisportiva Sacca, in via Paltrinieri 80. Con questo appuntamento, il primo del 2022, riprendono gli incontri sul territorio, nell’ambito del percorso “Parliamone insieme”, dedicati alle specifiche situazioni dei Quartieri.

All’iniziativa alla Sacca sono presenti il sindaco Gian Carlo Muzzarelli e alcuni componenti della giunta; partecipa anche il presidente del Quartiere 2 Giovanni Gobbi, confermato nei giorni scorsi nel ruolo dopo il rinnovo dei Consigli dei quattro organismi decentrati del Comune di Modena.

Tema centrale e di stretta attualità è ovviamente quello del futuro polo logistico Conad, anche se la riunione non nasce per essere centrata su quel preciso intervento. Il Comitato Villaggio Europa ha ià annunciato la propria partecipazione "in forze" proprio per far valere le proprie ragioni sul tema dell'espansione de marchio della GdO e delle sue conseguenze per l'area.

Intanto il clima si è fatto piuttosto teso fra il Comitato e l'Amministrazione. Ieri sono comparse delle scritte contro il progetto Conad anche in via Anderlini proprio di fronte all’ingresso della scuola frequentata dalla figlia di Muzzarelli. “Il confronto politico può anche essere aspro e non mi sono mai sottratto al dialogo, ma quando gli attacchi diventano personali, fino a coinvolgere strumentalmente la scuola di mia figlia, allora significa che si è superato il segno. E io non mi lascio intimidire”, ha dichiarato il sindaco.

“Non si tratta certo del primo attacco personale che ho ricevuto in questi mesi - aggiunge Muzzarelli – sia sui Social che nel corso delle assemblee, ma in questo caso emerge in modo lampante la strumentalità del gesto che trovo vergognoso. Inoltre, imbrattare una strada a uso pubblico è un gesto incivile e vietato. Quanto accaduto è all’attenzione della Polizia locale e delle Forze dell'ordine. Noi stiamo lavorando, come sempre, per il bene comune e della nostra comunità”.

Il Comitato Villaggio Europa, appresa la notizia, ha commentato: "Ci rammarica tale evento in quanto esterno alla nostra modalità comunicativa. Questa mattina è stato ricordato, attraverso messaggi a vari cittadini, di rimanere nei limiti della legge e in modo che non venga screditato il lavoro fino ad ora svolto dal nostro Comitato. Ci siamo infatti impegnati molto, fino ad ora, ad instaurare con l'amministrazione un dialogo costruttivo. Il Comitato si sta adoperando e ha sempre portato avanti la politica del dialogo".

"Non siamo e non vogliamo essere responsabili di ogni abitante del quartiere ed appare evidente lo stato d’animo attuale degli abitanti del Quartiere Sacca. Proprio nell’ottica di mantenere un dialogo costruttivo e pro-attivo si invita ad un ascolto concreto. Il Comitato non è un movimento politico, ma solo uno strumento legittimo per portare nelle sedi più opportune le osservazioni di chi sta cercando di tutelare diritti percepiti come disattesi", chiosano i rappresentanti dei residenti.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Quartiere Sacca, domani assemblea pubblica. Tensione fra Sindaco e Comitato

ModenaToday è in caricamento