menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Assessori alla Gentilezza: il primo in Emilia-Romagna nominato a Camposanto

Le istituzioni ed i cittadini collaborano e condividono le buone pratiche per il benessere delle comunità. Cosi nascono gli Assessori alla gentilezza per promuovere la buona educazione e il rispetto

Il Sindaco di Camposanto, Monja Zaniboni, aderendo alla proposta delle Associazioni Cor et Amor e Mezzopieno, ha riconosciuto la delega alla gentilezza all'Assessore  Orsola Rosetta D'Agata.

Il riconoscimento è arrivato perché l’assessora D’Agata è spesso in prima linea nel trattare temi sensibili con delicatezza.

Si occuperà di buona educazione, rispetto verso il prossimo e la cosa pubblica, sensibilizzazione ai comportamenti positivi, favorire lo spirito e l'unità della Comunità, iniziative di cittadinanza attiva per il bene comune.

E' il primo Assessore alla Gentilezza nominato in Emilia Romagna,  sono 60 ad essere stati nominati in tutta Italia. E' stata ufficializzata anche l'adesione alla Rete Nazionale degli Assessori alla Gentilezza.

Come nasce l’Assessore alla gentilezza?

Subito dopo le elezioni amministrative del 26 Maggio 2019, l’Associazione Cor et Amor, per mezzo del giornale locale Quotidiano del Canavese, ha proposto alle amministrazioni locali della Provincia di Torino di riconoscere la delega alla gentilezza. Il primo Comune a cogliere la proposta è stato Rivarolo C.se (TO), successivamente, in occasione della Giornata Nazionale dei Giochi della Gentilezza (22 Settembre) che ha coinvolto in tutta Italia 48.308 partecipanti, la proposta insieme al Movimento Mezzopieno, si è estesa a tutta Italia, dapprima i 170 Comuni partecipanti e in seguito tutti Comuni del nostro Paese.

Cosa fa?

L’assessorato alla gentilezza promuove valori e pratiche positive per favorire il benessere e la crescita sociale, contribuendo a creare il futuro in cui vivranno i bambini di oggi, occupandosi della buona educazione, del rispetto verso il prossimo e la cosa pubblica, del prendersi cura di chi soffre (es i malati, o le persone sole) o è in difficoltà (chi ha perso il lavoro, disabili, anziani, genitori separati con figli), ad accrescere lo spirito di Comunità, oltre che favorire l’unità, a coinvolgere i propri concittadini e le associazioni in iniziative di cittadinanza attiva per il bene comune.

Come si diventa Assessore alla gentilezza?

I consiglieri della maggioranza, della minoranza o gli Assessori, possono richiedere la nomina dell’Assessore alla Gentilezza, proponendo la propria candidatura al Sindaco del Proprio Comune / Presidente di Provincia o Città Metropolitane / Presidente di Regione.

La proposta di candidatura può essere presentata anche da bambini e ragazzi, per esempio con l’aiuto degli insegnanti (nell’ambito di educazione civica o educazione ai valori), possono scrivere una lettera al proprio Sindaco, al proprio Presidente di Provincia/Città Metropolitana, Presidente di Regione, specificando i motivi della propria richiesta.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Giro d'Italia. A Modena circolazione sospesa lungo il percorso

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ModenaToday è in caricamento