menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Vittorio Ballestrazzi presenta il logo della lista (foto da Facebook)

Vittorio Ballestrazzi presenta il logo della lista (foto da Facebook)

Elezioni, Ballestrazzi candidato: “Siamo i 5 Stelle senza padroni”

L'ex consigliere sarà candidato sindaco per la lista Modenasauteambiente.it, insieme a Sandra Poppi e a personalità dei comitati e dell'associazionismo modenese. Nel programma sicurezza, unioni civili, e tutela dell'ambiente

La lista civica Modenasaluteambiente.it è pronta per la competizione elettorale e a guidarla ci sono ovviamente i due consiglieri che in questi 5 anni si sono alternati in Consiglio Comunale, nel seggio conquistato nel 2009 in quota al Movimento 5 Stelle. Si tratta di Vittorio Ballestrazzi, candidato sindaco, e di Sandra Poppi, capolista. I due ex grillini hanno riunito intorno a sé parte del mondo delle associazioni ambientaliste, ma anche dei comitati cittadini e hanno presentato ieri il proprio programma.

La cornice scelta per la presentazione è quella dei tanto discussi chioschi del Parco delle Rimembranze, sicuramente una sede non istituzionale, ma funzionale ad enunciare una battaglia che trova spazio proprio nel programma per le prossime amministrative. Per Vittorio Ballestrazzi e la sua squadra l'obbiettivo sui chioschi è chiaro: fermo dei lavori, ripristino dello stato iniziale, rimborso del danno e permesso di costruire solo quelli che già c'erano con strutture non impattanti ma efficienti. Tra gli altri punti salienti vi sono la sicurezza, tema caro al portavoce dei comitati cittadini Stefano Soranna, l'istituzione delle unioni civili e le politiche ambientali. Proprio in merito a quest'ultimo settore, Modenasaluteambiente.it sostiene pubblicamente la nomina del chimico Pietro Bortolasi al Consiglio di Amministrazione di Hera spa.

Aldilà dei temi nobili della prossima campagna elettorale, declinati ampiamente in questi 5 anni di opposizione, la lista guidata da Ballestrazzi punta senza mezzi termini a raccogliere il voto e la partecipazione dei grillini delusi da quanto accaduto in questi mesi all'interno del Movimento. “Abbiamo iniziato nel 2009 con l'aiuto di Beppe Grillo – spiega Ballestrazzi – Siamo cresciuti, abbiamo fatto esperienza amministrativa e politica, abbiamo cercato di influire sulle decisioni di questa amministrazione comunale e possiamo dire che la semina sta portando i frutti. Noi manteniamo la coerenza delle liste civiche a 5 stelle con il valore aggiunto della autonomia da qualsiasi padrone che fa il bello e il cattivo tempo in quanto proprietario assoluto del simbolo”.

“I modenesi con noi hanno la possibilità del cambiamento con trasparenza, partecipazione, indipendenza e la conoscenza della macchina comunale acquisita in questi 5 anni dove abbiamo presentato 500 interrogazioni, con delibere per la diretta internet, per la partecipazione, per la tutela del suolo agricolo e dell'acqua pubblica ma anche per i bagni pubblici e le buche dei marciapiedi”, sottolinea ancora il candidato sindaco. Una sfida complessa, che aggiunge una nuova sfida interna, questa volta al M5s, in un quadro elettorale sempre più frammentato. Appuntamento al 25 maggio.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Vaccinazioni anti-Covid, si apre la prenotazione per i 60-64enni

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ModenaToday è in caricamento