rotate-mobile
Domenica, 3 Luglio 2022
Politica Carpi

Fusione Aimag-Hera, prima si passa per un bando nei comuni

Sondare prima i potenziali compratori locali per non passare immediatamente alla fusione con Hera: questa la decisione assunta insieme al collegio sindacale di Aimag. I Sindaci: “Tutte le strade restano aperte”

Arriva un bando, da proporre ai Consigli comunali interessati, per raccogliere le eventuali manifestazioni d'interesse attorno ad Aimag, l'utility della bassa modenese e mantovana. È quanto emerso al vertice del patto di sindacato della stessa Aimag, ieri pomeriggio a Mirandola. 

Le ipotesi principali in campo, comunque, restano due: la fusione per incorporazione con Hera, che dal 2009 possiede il 25% delle quote di Aimag pari a 36 milioni di euro, e la sinergia con la costituenda società privata Piacere Aimag, lanciata dagli imprenditori locali. Col nuovo bando, allora, secondo i sindaci arriverà "più trasparenza" ma i tempi dell'operazione, con ogni probabilità, slitteranno ancora. "Si è trattato di una discussione molto positiva, alla fine della quale i sindaci hanno deciso di valutare la ricerca di un partner industriale per valorizzare l'azienda ed affrontare al meglio le sfide future", dice oggi a proposito della riunione di ieri il sindaco di Carpi e presidente del patto di sindacato, Alberto Bellelli.

Posto che in vista delle future gare dei servizi l'attuale dimensione di Aimag non è considerata strategica, la nuova ricerca, continua il sindaco Pd, "avverrà attraverso una procedura, trasparente e non discriminatoria, in cui chi è interessato a creare sinergie con la nostra azienda ci presenterà le sue proposte". Ufficialmente, "è stato deciso, in questa prima fase, di non precludere nessuna strada, riservando la definizione di un percorso più puntuale ad una seconda fase, successiva alla raccolta delle manifestazioni di interesse", aggiunge Bellelli. Il patto ha dato mandato ad un gruppo di lavoro ristretto tecnico-politico di preparare uno specifico atto da presentare "a breve" nei Consigli comunali, definiti "sovrani" rispetto alla decisione definitiva. (DIRE)

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fusione Aimag-Hera, prima si passa per un bando nei comuni

ModenaToday è in caricamento