rotate-mobile
Sabato, 21 Maggio 2022
Politica Bastiglia

Caduta del Muro di Berlino, L'Amministrazione di Bastiglia dice no alle celebrazioni

Il Vicesindaco di Bastiglia “ritiene opportuno non perorare la causa” presentata dal consigliere comunale Antonio Spica (La Bastìa) e prevista dalla legge. Spica: "Scandaloso e offensivo”

"Bastiglia non ha celebrato la ricorrenza della Caduta del Muro di Berlino e non lo ha fatto intenzionalmente, contravvenendo alla Legge, per ripicca verso un consigliere comunale e la sua opinione politica. La motivazione è nella risposta scritta, fornita dal Vice Sindaco nonché Assessore alla cultura Alessio Mori, che ha dell'incredibile. La commemorazione a Bastiglia non si farà, perchè non si ritiene opportuno perorare la causa richiamata dal Consigliere Spica". Così il consigliere della civica La Bastìa, che attacca l'Amministrazione dopo aver incassato il rifiuto a commemorare la "Giornata della Libertà", prevista dalla legge n.61 del 15 aprile 2005.

Spica pubblica la risposta ad una propria interrogazione, mettendo in evidenza le motivazioni e i "risentimenti personali" nei propri confronti, come si legge nel documento dell'Amministrazione: “Motivazioni contenute nell'interrogazione, sono come al solito pretestuose, strumentali e chiaramente politicizzate […] La richiesta viene respinta in quanto manchevole del dovuto rispetto verso la storia democratica del nostro paese […] Battaglie politiche condotte da schieramenti 'conservatori' hanno stampo retrogrado, sospettoso e razzista che non sono degni della società moderna in cui viviamo”.

Sunto della vicenda, ovvero della richiesta giunta in un'interrogazione, è la replica 'operativa' del Comune: "L'Amministrazione Comunale di Bastiglia quindi non ritiene opportuno perorare la causa del Consigliere Spica, la sciando quindi piena autonomia alla direzione scolastica". Per questo a Bastiglia non si sono tenuti avvenimenti o momenti pubblici per commemorare i fatti del 9 novembre 1989, come in tanti altri territori della nostra provincia.

"Una cosa mai vista prima nella risposta formale ad un'interrogazione, che svilisce non solo chi l'ha scritta, ma soprattutto il ruolo che rappresenta, che dovrebbe essere di massina garanzia istituzionale - attacca Spica - Invece la sinistra di Bastiglia preferisce difendere ad oltranza il proprio padre politico, il PCI, ostentando ancora con orgoglio la falce e il martello, rinchiudendo in un armadio gli orrori della storia, facendosi gioco della Legge dello Stato e dei requisiti minimi di correttezza istituzionale".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Caduta del Muro di Berlino, L'Amministrazione di Bastiglia dice no alle celebrazioni

ModenaToday è in caricamento