rotate-mobile
Martedì, 24 Maggio 2022
Politica

"Caro Muzzarelli, un Sindaco deve conoscere e far rispettare le regole"

Stefano Bellei, candidato sindaco della Lega Nord, critica il rivale della coalizione di centrosinistra per il mancato rispetto delle regole da seguire in campagna elettorale

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di ModenaToday

Muzzarelli e il suo staff ignorano le regole o sono talmente presuntuosi e arroganti da pensare di esserne al disopra? La domanda è più che giustificata. E una risposta, per bocca dello stesso Muzzarelli, è necessaria. Ecco i fatti: qualche giorno fa i rappresentanti degli schieramenti che concorrono alle elezioni amministrative sono stati chiamati dal Prefetto a una riunione durante la quale sono state rese note le regole da seguire in campagna elettorale. Tra le tante, c’è anche quella che proibisce di esporre i volti dei candidati al di fuori degli spazi di affissione. In altre parole non è possibile appendere manifesti con la faccia del candidato sindaco su vetrine, comprese quelle delle sedi di partito, o su bacheche mobili utilizzate nei classici banchetti all’aperto.

Sabato, come di consueto, la Lega Nord ha allestito il proprio banchetto in Centro a Modena e, nel rispetto di questa regola, ha esposto solo manifesti che riportavano il simbolo di partito. Vicino al nostro banchetto c’era quello del PD con, in bella evidenza, la gigantografia con il faccione sorridente di Muzzarelli. Al ché mi sono sentito in dovere di avvertirli dell’errore che stavano commettendo. Non mi aspettavo di essere ringraziato, ma nemmeno di essere preso a male parole da qualche galoppino e di suscitare l’ilarità stizzita del Muzzarelli in persona che, sulla pubblica via, ha cominciato a gridare: “di cosa si lamenta Bellei?”.

A quel punto ho chiamato i vigili che però hanno detto di non essere al corrente delle regole della Prefettura. Proprio così! I vigili non conoscevano il regolamento della campagna elettorale. Vero? Falso? Non ha importanza; è l’Italia. Nel pomeriggio è invece arrivata la polizia, che conosceva benissimo quelle regole. E i manifesti sono improvvisamente scomparsi dal banchetto del PD. Quindi rivolgiamo una seconda volta la domanda a Muzzarelli. Non conosceva le regole o pensava che valessero solo per noi mortali? Entrambe le possibili risposte non depongono a suo favore. Muzzarelli si sta proponendo come amministratore di una comunità. E il funzionamento di una comunità si basa su leggi e regole che il Sindaco deve conoscere e deve far rispettare non solo agli altri ma in primo luogo a se stesso.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Caro Muzzarelli, un Sindaco deve conoscere e far rispettare le regole"

ModenaToday è in caricamento